Anticipazioni La Dottoressa Giò 3, trama prima puntata del 13 gennaio: Giorgia investita da un’auto (Video)

La Dottoressa Giò 3

Domenica 13 gennaio 2019 su Canale 5 la prima puntata della fiction con Barbara D’Urso

Domani sera su Canale 5 tornerà la tanto attesa La Dottoressa Giò, la fiction che ha come protagonista Barbara D’Urso. La conduttrice napoletana in questi mesi sarà impegnata su diversi fronti, oltre a Pomeriggio Cinque, ci sarà anche Domenica Live, il nuovo show in prima serata e al Grande Fratello 16.

Nel frattempo su internet è stata già pubblicata la sigla della serie e il primo minuto della puntata, che ci regala una scena memorabile. Nel dettaglio vediamo Lady Cologno, in arte Giò, mentre viene investita da uno sconosciuto. Per fortuna con lei c’è una cara amica che chiamerà immediatamente i soccorsi. (Continua dopo il video)

La Dottoressa Giò 3: l’allontanamento dall’ospedale

In questi anni, la dottoressa Giorgia Basile, chiamata da tutti Giò, è riuscita a raggiungere l’apice della carriera diventando primario di un reparto di ginecologia e ostetricia di un policlinico di Roma. La donna ha avuto delle grandi soddisfazioni dalla sua vita professionale, mentre delusioni in quella privata.

Si è separata ed ha avuto poche relazioni e in particolare non ha avuto figli. Però, due anni fa, a causa di un terribile incidente accaduto nel suo reparto, la dottoressa Giò è stata provvisoriamente allontanata dalla sua professione e dall’ospedale.

La Dottoressa Giò 3: Giorgia Basile viene riassunta al Policlinico di Roma 

Il motivo? La donna si è scontrata con il professore Sergio Monti interpretato da Christopher Lambert. La moglie di quest’ultimo, Michela, si è suicidata buttandosi da una finestra dell’ospedale e nonostante Giò era a conoscenza delle violenze che la vittima subiva da Monti, l’uomo ha accusato la collega di aver contribuito lei al gesto insano della moglie. Dopo essere stata scagionata dalle accuse, la dottoressa può finalmente riprendere il lavoro. Ovviamente in queste puntate non mancheranno i colpi di scena.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!