Replica La Dottoressa Giò, la prima puntata in streaming online

Replica La Dottoressa Giò, la prima puntata in streaming online
Replica La Dottoressa Giò, la prima puntata in streaming online

Domenica 13 gennaio, su Canale 5, ha debuttato la terza stagione de La Dottoressa Giò. La fiction, con protagonista la simpatica Barbara d’Urso, è stata vista da 3.046.000 spettatori. Dopo 20 anni di assenza, Giorgia Basile è tornata a tenere compagnia i suoi fan che aspettavano da molto tempo un sequel della fiction. Chi non ha avuto modo di vedere la prima puntata non dovrà preoccuparsi perché c’è la replica disponibile in streaming online.

Replica La Dottoressa Giò, ecco dove vedere la prima puntata

La prima puntata de La Dottoressa Giò può essere rivista in streaming online in due modi diversi. Il primo consiste nel recarsi sul portale assolutamente gratuito di MediasetPlay. Basterà registrarsi e poi cliccare sull’episodio interessato. Il secondo sistema è quello di abbonarsi a Infinity. Al momento, però, sono presenti solamente le prime due stagioni (utili per chi vuole fare un ripasso).

Al più presto verranno inserite anche le nuove puntate. Per sfruttare al massimo lo streaming, sarà necessario verificare di possedere una decente velocità di connessione ad internet. Per il momento non sembrano previste repliche in tv.

La Dottoressa Giò, trama della prima puntata

La prima puntata di questo medial-drama italiano si è aperta con il ritorno di Giorgia Basile (Barbara d’Urso). La dottoressa è tornata in corsia dopo 2 anni trascorsi a far decadere le accuse nei suoi confronti. Purtroppo si è trattato di un rientro non proprio facile visto che ha dovuto fare i conti con l’ostilità dei suoi colleghi.

Il caso di questa prima puntata ha riguardato la misteriosa scomparsa di una paziente incinta. Quest’ultima è stata rapita e rinchiusa in casa dal marito. Ed è proprio in seguito a questa faccenda che la dottoressa Giò ha intrapreso un nuovo progetto riguardante un centro dedicato alle donne che subiscono violenza domestica. Ma questa è solo l’inizio di una lunga (dis)avventura.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!