Migliore Conto deposito: tutto quello che c’è da sapere

Quale migliore conto deposito per l’anno 2019? Per chi ricerca un prodotto di gestione del risparmio conveniente e sicuro, i conti deposito sono una delle migliori strategie di investimento. Se depositare le somme di denaro sul conto corrente non offre grossi vantaggi, è necessario trovare soluzioni più vantaggiose che mettano al riparo i capitali risparmiati dall’inflazione.

Per l’anno 2019 molti risparmiatori italiani sceglieranno il conto deposito come strumento di investimento con un basso profilo di rischiosità. Ma quale scegliere, quello vincolato o non? Quali sono i possibili tassi di rendimento? Ecco tutto quello che c’è da sapere sui conti deposito.

Conto deposito: cos’è?

Il Conto deposito è uno strumento di gestione del risparmio, un prodotto di investimento e un conto ideale per gestire le somme depositate.

Rispetto al conto corrente, il conto deposito è un prodotto che fa “fruttare” i capitali investiti e può essere aperto online o recandosi presso gli sportelli della propria banca.

Il conto deposito offre generalmente tassi d’interesse superiori rispetto ad un conto corrente e le spese di gestione sono quasi nulle.

Vantaggi del conto deposito

Il Conto Deposito non vincolato consente ad ogni risparmiatore di gestire le somme depositate che possono essere prelevate dal conto corrente. Rispetto ai BOT e ai Buoni Fruttiferi Postali, il tasso di rendimento arriva anche all’1,50% lordo.

Inoltre, come già messo in evidenza, si può investire i propri soldi in tutta sicurezza dato che i depositanti sono garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (fino a 100 mila euro).

Tutti i piccoli ed i grandi risparmiatori possono investire i propri capitali aprendo un conto deposito che rappresenta un’ottima soluzione per chi è poco propenso ad assumere un elevato livello di rischio e per chi non vuole subire gli effetti “altalenanti” dei mercati finanziari.

Conto deposito vincolato: conviene?

Nell’apertura di un conto deposito, è bene valutare la possibilità di vincolare o meno le somme risparmiate. Una delle opzioni da non sottovalutare, per chi dispone di ottima liquidità, è quello di optare per l’apertura di un conto deposito vincolato.

Questo tipo di prodotto di investimento è adatto per chi non ha una forte propensione al rischio e per chi non vuole subire gli andamenti “schizofrenici” dei mercati finanziari.

Vincolare una somma di denaro consente ad ogni investitore di massimizzare il tasso di rendimento sulle somme risparmiate. Si pensi al semplice fatto che molti istituti di credito offrono la possibilità di aprire conti di deposito vincolati con riconoscimento di un tasso d’interesse attivo più elevato, se i soldi vengono vincolati per periodi di tempo superiori ai 12 mesi.

Per il risparmiatore che sottoscrive un conto deposito vincolato, gli interessi attivi vengono liquidati al termine del lasso temporale stabilito contrattualmente. In effetti, alcuni istituti di credito consentono ai risparmiatori di beneficiare della corresponsione immediata degli interessi, lasciando la libertà di decidere se riaccreditare o meno i soldi maturati sul conto deposito.

Vincolare le somme consente ad ogni investitore di beneficiare di interessi più elevati o ricevere l’accredito in anticipo.