La Nasa non è mai stata sulla luna

sbarco lunare

Secondo un sondaggio della Gallup eseguito nel 1999, il 6% dei cittadini statunitensi crede che gli allunaggi effettuati dalla NASA negli anni ’60 e ’70 non siano mai avvenuti.
Si tratterrebbe in realtà di simulazione ordita dal governo americano a fini politici, nonché per giustificare l’ingresso di finanziamenti da utilizzare per scopi occulti.
Sebbene abbia origine sin dal ’68, durante le prime missioni Apollo, la teoria del complotto lunare acquisisce fama mediatica nel ’76 grazie al libro “Non siamo mai andati sulla luna”, scritto da Bill Kaysing.
Lo scrittore americano, ex-supervisore della stesura di manuali tecnici presso Rocketdyne, affermava che la tecnologia americana dell’epoca non era sufficientemente avanzata per organizzare una simile impresa.
Le riprese televisive dell’allunaggio sarebbero state dirette nientemeno che da Stanley Kubrick, in cambio di non pubblicizzare le tendenze filocomuniste  del fratello Paul.
Secondo teorie più recenti, invece, Kubrick sarebbe stato convinto offrendogli supporto tecnologico per la realizzazione di “2001: Odissea nello spazio”.
Tali ipotesi sono narrate in dettaglio nel documentario “Kubrick, Nixon e l’uomo sulla Luna” realizzato nel 2002.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!