Uomini e Donne, Tina Cipollari e Gianni Sperti: ecco quanto guadagnano per ogni puntata

Uomini e Donne: ecco quanto guadagnano Tina Cipollari e Gianni Sperti come opinionisti

Gianni e Tina sono due pilastri del dating show di U&D

Dal lunedì al venerdì alle 14:45 su Canale 5 va in onda Uomini e Donne, il dating show ideato e condotto da Maria De Filippi. La trasmissione viene trasmessa da bene 21 anni si divide in due parti: Trono classico e quello over. Oltre alla moglie di Maurizio Costanzo ci sono gli storici opinionisti Tina Cipollari e Gianni Sperti.

Grazie a quest’ultimi le puntate di entrambi i troni sono più piacevoli. Con gli interventi della vamp, sopratutto nel parterre senior, i telespettatori trascorrono un’ora di divertimento. Mentre l’ex ballerino si occupa di smascherare coloro che vogliono prendere in giro il programma Mediaset.

Uomini e Donne: ecco quanto guadagnano Tina e Gianni

Da diverso tempo i telespettatori di Uomini e Donne si sono domandati, tramite social network, qual’è il compenso che Tina e Gianni percepiscono per ogni registrazione. Secondo alcune indiscrezioni circolate in rete, Sperti e la Cipollari potrebbero intascare tra i mille e i due mila euro a puntata.

Non sono stati diffusi i dettagli, ma il cachet su per giù dovrebbe essere quello. Certamente non si tratta di una cifra altissima rispetto ad altri personaggi dello spettacolo che per ogni ospitata percepiscono molti soldi.

Ma basti pensare che in trenta giorni almeno vendono realizzate quattro registrazioni (due del Trono classico e due del parterre senior). A quello, però, bisogna aggiungere anche i proventi dalle pubblicità e a fine mese i due storici opinionisti di U&D riescono a ottenere un buon compenso.

Uomini e Donne: Angela Di Iorio offende Gianni Sperti

Loading...

Nel terzo ed ultimo appuntamento settimanale del Trono over di Uomini e Donne, Gianni Sperti è stato pesantemente offeso da Angela Di Iorio. La dama napoletana criticata perché secondo gli opinionisti cerca un uomo coi soldi, ha detto all’ex marito della Barale che non accetta consigli da una persona che ha pensato solo a ballare e non si è costruito una famiglia.