Federfarma Campania, preoccupa il Purple Drank: la “nuova droga” per lo sballo dei giovani

sciroppo tosse codeina

Si chiama Purple Drank, ed è l’ultima novità in fatto di trasgressione che arriva dall’America. Si tratta di uno di sciroppo per la tosse a base di codeina che viene miscelato con una bibita gassata, ad esempo con la gazzosa. Purtroppo questa moda ha attecchito anche in Italia.

Purple Drank: il nuovo sballo dei giovani: le conseguenze per la salute

Questo mix di sostanze che manda in tilt il cervello è arrivato anche in Campania. Può considerarsi a tutti gli effetti come una droga psicoattiva che presenta effetti collaterali particolarmente gravi, quali difficoltà respiratorie e perdita dei sensi. La preparazione e l’uso di questa sostanza da parte di giovani e giovanissimi in effetti è molto semplice: questo drink dall’effetto stupefacente si prepara miscelando la codeina contenuta nello sciroppo per la tosse con una bibita gassata. La codeina è un analgesico oppioide che si utilizza nella terapia del dolore acuto e cronico. Alcuni sciroppi, oltre alla codeina, contengono anche la prometazina, che è un antistaminico con proprietà sedative.

Nicola Stabile, presidente di Federfarma Campania, così si è espresso al riguardo:

“Credo che la quasi totalità di persone, soprattutto giovani, trovano sui mercati clandestini in particolare su Internet, la codeina con cui creare la bevanda stupefacente. Mai come oggi il filtro della farmacia è essenziale per frenare questa pericolosa moda”

Trattandosi di un farmaco e non di un prodotto da banco, può essere venduto dal farmacista solo presentandosi con la prescrizione e quindi con la ricetta da parte del medico. Tuttavia i giovani aggirano questa norma, acquistando illegalmente il farmaco in rete, per cui è necessario intensificare i controlli per impedire questo mercato parallelo e illegale relativo alla vendita dei farmaci.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!