‘Non era un porno’: Paola Barale, brutta disavventura per l’ex fidanzata di Raz Degan

Paola Barale

Paola Barale furiosa per aver subito una censura su Instagram

In questi giorni Paola Barale si trova in India per un viaggio spirituale. La soubrette piemontese sta documentando tutti i suoi spostamenti attraverso il suo profilo Instagram. E a proposito di questo social, alcune ore fa l’ex di Raz Degan aveva postato un video che raffigurava un raduno religioso di soli maschi.

Ma il particolare era che quest’ultimi erano quasi tutti nudi. Iniziativa che non è piaciuta ad Instagram, infatti subito dopo il filmato in questione è stato rimosso. Dopo la censura, la Barale ha deciso di riprovarci ma attraverso delle foto. La showgirl, però, arrabbiata della brutta disavventura si è sfogata così:

“Ma non era un video pornografico: è il più grande festival religioso del mondo!”.

Una Paola Barale visibilmente infastidita ha invitato i suoi numerosi followers ad andare su Google ed informarsi su cosa fosse la kumbela, per fargli capire a chi l’ha segnalata che si tratta di una funzione religiosa e non qualcosa di porno. Poi ha concluso il suo sfogo in questo modo:

“Che pagliacci… ma qualcuno sa come funzionano le segnalazioni?”.

Paola Barale e il taglio dei i capelli in India

Subito dopo l’ex moglie di Gianni Sperti ha deciso di cambiare completamente argomento postando su Instagram un altro video. La soubrette piemontese ha raccontato ai suoi seguaci la sua particolare esperienza all’interno di una parrucchiera indiana.

Nel filmato in questione si vede la Barale mentre si fa rasare i capelli. Un video che è arrivato dopo quello caricato alcune settimane fa. In quell’occasione Paola aveva dato delle istruzioni all’anziano padre su come utilizzare la macchinetta.

E mentre la donna continua a fare la cittadina del mondo, i suoi numerosi followers le chiedono spesso quando tornerà in televisione con un programma tutto suo. Circa un paio di mesi fa la Barale era stata ospite a Mai dire talk dopo aver messo in atto una fake news, ovvero una sua finta gravidanza.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!