Novità su Facebook: privacy a rischio?

Facebook
Facebook e il dinosauro che protegge la privacy

Da quando Facebook si è diffuso nel nostro paese, conquistando giovani, adulti e anche anziani, le sue novità sono state davvero molteplici: grafica, applicazioni, servizi, contatti e pubblicità
sono stati i campi in cui Facebook, il social network più famoso al mondo, si è evoluto, cercando di soddisfare sempre di più le esigenze del suo vastissimo pubblico di utenti.
L’ultima novità, arrivata in questi ultimi giorni, riguarda la privacy, un aspetto di primaria importanza in un mondo così poco protetto e nel quale tutti pubblicano praticamente di tutto: se osservate, cliccando sulla penultima icona in alto, quella relativa alla privacy sulla destra di quella delle notifiche, troverete un simpatico dinosauro che vi darà una mano a proteggere i vostri contenuti.

 

Il dinosauro su Facebook: un aiuto per controllare i propri contenuti

Vediamo di capire meglio le nuove funzioni relative alla simpatica bestiola che controlla il vostro account: se cliccate sul dinosauro, vi apparirà una finestra, con la possibilità di controllare ed organizzare le impostazioni della privacy in tre diverse direzioni: prima di tutto, potete regolare a vostro piacimento l’accesso ai vostri stati, sempre ovviamente con la possibilità di cambiare le impostazioni della privacy di un singolo stato direttamente quando lo scrivete; nella seconda sezione, vi potete occupare della privacy delle applicazioni: tutte le volte che vi iscrivete ad un sito o entrate dentro un’ applicazione tramite l’account di Facebook, questo recepisce i vostri movimenti e ovviamente, se impostato come “pubblico”, rende accessibili al pubblico le informazioni che voi condividete riguardo quella determinata applicazione o funzionalità.
In ultimo, il dinosauro vi dà la possibilità di modificare le impostazioni della privacy per quanto riguarda tutte le informazioni del vostro profilo, quindi data di nascita, città, titolo di studio, situazione sentimentale e tutto il resto. Molto importante, visto che tutti questi dati, se impostati come pubblici,possono essere visualizzati da chiunque, anche persone che non ci conoscono ma semplicemente navigano in rete.

 

Dinosauro di Facebook: perché questa novità?

Una novità del genere è senza dubbio utile, se non altro perché riunisce in un unico spazio la maggior parte dei settori che devono essere tutelati dalla privacy; può però suonare strano il fatto che Facebook abbia sentito il bisogno di inserirla, senza un vero motivo catalizzatore: forse la decisione  è stata presa a causa delle continue lamentele degli utenti?
Sappiamo infatti come spesso moltissimi iscritti a Facebook non riescono veramente  a comprendere la portata di quello che stanno facendo, soprattutto se si tratta di adolescenti e giovani, che presi dalla foga delle condivisioni pazze per attirare like, superano i limiti, andandosi ad infilare in situazioni nelle quali loro stessi sono i primi a rimetterci. Auspichiamo che con questa novità, anche piacevole da vedere, il mondo di Facebook e dei social network in generale diventi sempre più protetto e sicuro.

 

Potrebbe interessarti anche:

Sei amante del caffè? Forse ti conviene sapere..LEGGI QUI

Arriva la miracolina: la manna dal cielo per diabetici e obesi! LEGGI QUI

Epatite C: trovata cura definitiva! LEGGI QUI

Lotta contro i tumori: la svolta! LEGGI QUI

Clamorosa invenzione:la bottiglietta che si può mangiare! LEGGI QUI

Soffri di alopecia o calvizie? Da oggi niente paura! LEGGI QUI

Madre tenta di uccidere il figlio LEGGI QUI

Riprodotto cervello in 3D LEGGI QUI

Rimani sempre aggiornato con i miei articoli di salute, tecnologia, spettacolo, gossip ed altro! Chiedimi l’amicizia su Facebook CLICCANDO QUI

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!