Anticipazioni La Dottoressa Giò 3, trama terza puntata del 27 gennaio: Giorgia nei guai

La Dottoressa Giò 3

Nuovo spazio dedicato a La Dottoressa Giò, la serie con Barbara D’Urso che dopo oltre vent’anni è tornata in televisione. Domenica 27 gennaio 2019 in prima serata su Canale 5 va in onda il terzo appuntamento della fiction Mediaset, cosa accadrà? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutte le anticipazioni.

La Dottoressa Giò 3: continua la lotta tra Giorgia Basile e Sergio Monti

Nei precedenti episodi de La Dottoressa Giò 3 la ginecologa Basile dopo circa 20 anni ha ripreso in mano la sua vita ed è tornata a svolgere il suo lavoro in ospedale. Dopo essere stata scagionata da una falsa accusa da parte del primario Sergio Monti, Giorgia avrà in mente un solo obiettivo, ovvero quello di aiutare le donne che si ritrovano vittime di violenza.

Mentre la ginecologa era assente, il suo posto è stato dato ad un giovane medico, ovvero il dottor Paolo Zampelli. Quest’ultimo, però ha delle idee molto diverse dalla protagonista della serie. Mentre la ginecologa è legata al metodo classico per curare le sue pazienti, Zampelli è più duro della collega. L’uomo, infatti, crede nell’evoluzione scientifica utilizzando bracci robotici per effettuare delle operazioni.

La Dottoressa Giò 3: il rapporto tra la Basile e il collega Paolo Zampelli

Le anticipazioni de La Dottoressa Giò, rivelano che il primario dell’Ospedale ha un astio con la Basile. Il tutto nasce anni fa quando il medico ha perso sua moglie perché si è suicidata. Giò aveva cercato in tutti i modi di dimostrare che la donna era arrivata a fare quel gesto estremo perché era stanca dei continui maltrattamenti di Sergio.

Il medico, però, grazie a delle false prove aveva fatto ricadere la colpa della tragica morte proprio sulla ginecologa Giorgia, costringendola a mollare tutto e il suo posto di lavoro. Gli spoiler svelano che quest’ultima vorrà aprire un centro antiviolenza all’interno dell’ospedale. In più Giò, in un modo o nell’altro, sarà disposta a far riaprire le indagini sulla morte della moglie del primario.

Intanto la ginecologa sarà costretta a lavorare accanto a Paolo Zampelli, che è un amico di Monti. Col passar del tempo, però, il giovane medico si rivelerà essere un buon professionista e attento ai bisogni delle pazienti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!