Da Maria De Filippi la grande voglia di maternità: ‘Desideriamo un figlio ma…’ (Video)

Le due ragazze lesbiche andate a C’è Posta per Te desiderano avere un figlio

Lo scorso sabato su Canale 5 Deborah e Denise sono state le protagoniste delle seconda storia di C’è Posta per Te. Le due ragazze si sono sposate e, nonostante gli attriti coi genitori, alla fine la famiglia di quest’ultima si sono recati alla cerimonia nuziale. Durante la puntata registrata diversi mesi fa, la madre e il fratello di Denise non accettavano di buon grado la futura moglie della consanguinea. Solo grazie all’intervento di Maria De Filippi la storia ha avuto un lieto fine.

Deborah e Denise intervistate dal portale Fanpage

Nonostante siano passati alcuni giorni si continua a parlare di questa vicenda, in particolare sui vari social network. Recentemente Denise e Deborah hanno rilasciato una lunga intervista a Fanpage esprimendo un loro grande desiderio: diventare genitori.

Le due ragazze che hanno partecipato al people show di Maria De Filippi, però, sanno perfettamente che dovranno recarsi all’estero per realizzare il loro sogno. Intervistate dal portale, le dirette interessate hanno detto questo:

“Proviamo rabbia perché in Italia non ci è permesso dare seguito al sogno di avere una famiglia”.

Le due giovani immaginano tanti bambini in giro per casa e interpellata dal giornalista, Deborah si domanda perché il nostro Paese costringe recarsi all’estero.

Da Maria De Filippi alla voglia di avere una famiglia con figli

La storia di Denise Scariolo e Deborah Vasile è finita nel migliore dei modi grazie alla loro partecipazione a C’è Posta per Te. Maria De Filippi ha convinto la famiglia ad ‘accettare’ il loro amore e qualche settimana dopo le due sono convolate a nozze col rito civile nel comune di Sracusa. Intervistata dal sito Fanpage, Denise ha difeso i suoi genitori:

“Sono passati per omofobi, non è così. La mia famiglia non si è schierata contro gli omosessuali, era contro di me”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)