Ragazzo contrae la meningite dopo convegno a Montecitorio: scatta la profilassi

Caso di meningite a Montecitorio

Il 25 gennaio scorso a Montecitorio è stato organizzato un convegno sulla Shoah. Stando a quanto confermato dai dipendenti dell’amministrazione della Camera, al convegno ha partecipato un ragazzo che successivamente è stato ricoverato per meningite meningococcica.

Scatta la profilassi anti-meningite

A seguito del verificarsi di questo caso, il Dipartimento di prevenzione della Asl Roma 1, che risulta competente per territorio a Montecitorio, fa sapere che:

“in considerazione dei tempi e delle modalità di svolgimento dell’evento, il rischio per coloro che erano presenti di aver contratto l’infezione, e quindi la malattia, è basso”

Tuttavia, sempre il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl, ritiene opportuno in via precauzionale, informare tutti coloro che vi hanno partecipato, invitando gli stessi a seguire le misure di profilassi indicate dal ministero della Salute. Si esclude invece che:

“la possibilità che i partecipanti possano nel frattempo, a loro volta, aver trasmesso l’eventuale infezione alle persone con cui sono entrati in contatto”

In particolare, stando alle indicazioni da parte del  medico competente della camera dei deputati:

“non vi è alcun rischio per gli eventuali contatti dei contatti, e pertanto, non è richiesto, nemmeno in via precauzionale, alcun intervento”

Convegno a Montecitorio

Al convegno ‘Trasmettere e insegnare la Shoah è impossibile?’ tra gli altri erano presenti il presidente della Camera Roberto Fico, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti e la presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni.

Profilassi meningite

La profilassi, nello specifico, consiste nell’assumere  alcuni farmaci e nel prestare attenzione all’eventuale comparsa di sintomi, quali febbre e o mal di testa persistente nei 10 giorni successivi alla presentazione del convegno.

Meningite meningococcica

La meningite da meningococco è causata da 13 diversi sierogruppi, di cui solo 6 sono causa della meningite. In Italia i sierogruppi B e C sono i più frequenti. La meningite si manifesta con l’infiammazione delle meningi, le membrane che rivestono il cervello. I sintomi con cui solitamente si presenta sono i seguenti: mal di testa, febbre alta, vomito o nausea, rigidità nucale, alterazione del livello di coscienza, convulsioni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!