«Ha smesso di soffrire…» Nadia Toffa, il messaggio sui social commuove i fan

Nadia Toffa

La bellissima Nadia Toffa ha pubblicato una foto in cui racconta del tempo passato con i colleghi e di come a volte è necessario metterci molto tempo, cuore e amore nel suo lavoro

Nadia Toffa ha pubblicato una foto in cui si mostra a lavoro con il solito sorriso di sempre. La bella Iena sembra più serena di un tempo. I capelli sono ricresciuti ma come ha più volte sottolineato che questo non dimostra la sua guarigione, quanto piuttosto il fatto che il corpo stia reagendo abbastanza bene.

Nadia, la malattia e il post sui social

Essendo un personaggio noto, Nadia Toffa, riceve ogni giorno tantissimi commenti, alcuni di supporto, altri di critiche. Ma c’è anche chi coglie l’occasione per lanciare un grido d’aiuto. In uno dei post precedenti un utente ha chiesto alla iena col caschetto biondo sostegno proprio per un bimbo di nome Giorgio che secondo quanto dedotto dai messaggi postumi, pare fosse proprio il bambino dell’uomo.

Purtroppo, poche ore fa Giorgio si è spento, come ha raccontato l’utente sull’account instagram di Nadia. Una storia struggente che ha colpito i fan della giornalista e la stessa Toffa che ha subito commentato augurando un RIP. 

L’addio ad un follower

Non poteva restare indifferente Nadia Toffa: la iena è molto sensibile e sa cosa significa soffrire per se stessi e per gli altri. Il dolore purtroppo non ha un’unica faccia. Nadia è sempre di sostegno a tutti i fan malati. Non è la prima volta che si stringe al dolore di chi purtroppo non c’è più per una malattia o per un destino drammatico.

L’utente ha ritenuto opportuno dirle che purtroppo non c’è stato più nulla da fare per Giorgio. La iena sembra in ottima forma, invece anche se la lotta contro il cancro continua e non può dirsi completamente guarita: il rischio di recidive è sempre alto.

Non possiamo fare altro che fare un enorme in bocca a lupo a lei e a tutta la redazione che lavora senza sosta per il bene dei telespettatori e per amore della verità.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!