Viaggio in Italia: Ostuni, la città bianca

ostuni

Ostuni, quale meraviglia! Da lontano appare di un candore celestiale, immersa da sempre in una natura bucolica e meravigliosa. Le case bianche risplendono al sole mostrando una magnificienza unica e speciale.
Ostuni, in Puglia è una pittoresca cittadina che sorge su 3 colli ed è attorniata da ulivi secolari e bianche casupole a cono.

Il paesello medioevale si sviluppa attorno alla cattedrale da cui partono stradine, scalinate e arcate che conducono il turista in un viaggio nel tempo, donando un’emozione indescrivibile di appartenenza alla storia antica che in questo magico luogo traspare in ogni dove.
Il centro di Ostuni è Piazza Libertà dove si erge il magnifico Palazzo Comunale, antico convento dei Francescani e sul fondo l’Obelisco di S. Oronzo scolpito nel 700.
Tra le vie principali sicuramente vi è via Cattedrale adornata dai bellissimi palazzi gentilizi. Un tocco di barocco è dato da Palazzo Zevallos.

La cattedrale è il vero gioiello di Ostuni, dedicata a Santa Maria Assunta, ha la facciata in stile tardo gotico ed è abbellita da 3 portali ogivali con meravigliosi bassorilievi, da un rosone centrale e da 2 rose. L’ingresso sfoggia un affresco del 400, mentre il soffitto è ricoperto da tele settecentesche.
Per gli amanti dei Musei è possibile visitare il Museo delle Civiltà preclassiche della Murgia Meridionale ospitato nel settecentesco monastero di Santa Maria Maddalena dei Pazzi.

Ostuni è famosa anche per le sue spiagge che per molti hanni hanno vantato la Bandiera Blu e le Cinque Vele. Il mare cristallino e la particolarità delle coste inebriano il turista con scenari e panorami indimenticabili.

colonna San Oronzo

Cosa mangiare a Ostuni

La Puglia come il resto d’Italia vanta una tradizione enogastronomica e prodotti doc d’eccellenza conosciuti in tutto il mondo.  Il turista che visita questa magica terra può degustare il rinomato olio d’oliva extra vergine della varietà (Ogliarola Salentina e Cellina di Nardo), il fico, il mandorlo, i pomodori e i carciofi.  Anche il vino la fa da padrone in particolare spiccano il rosso doc Ottavianello e numerosi bianchi.
Non mancano i formaggi come il canestrate,  il cacioricotta e la ricotta forte.  Ma le  vere  protagoniste di questa zona  sono le verdure in particolare le cime di rape, la cicoria selvatica, le fave, le melanzane, i carfioci e la lattuga abbinate a piatti della tradizione popolare come le orecchiette alle cime di rape.
Il mare offre i suoi tesori più preziosi: alici, vongole, cozze, ricci vongole, triglie, merluzzo e sgombro.

Tutto a Ostuni è magia, sentimento e poesia. Un luogo da visitare sicuramente!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!