‘Maria De Filippi è una pi**a a letto’: ecco con chi passa le notti la moglie di Maurizio Costanzo

Maurizio Coatanzo pentito, l'amra confessione su Maria De Filippi

A CR4 – La Repubblica delle donne i due conduttori di Canale 5 sono al centro di una discussione: ecco il motivo

Un paio di giorni fa Alfonso Signorini ha lanciato un nuovo scoop su Maurizio Costanzo e Maria De Filippi. Non lo ha fatto attraverso le pagine del suo settimanale Chi ma nel programma di Rete 4 CR4 – La Repubblica delle Donne di Piero Chiambretti. Il giornalista e opinionista televisivo ha rivelato che da 23 anni i due storici conduttori Mediaset dormono in camere separate.

Alfonso Signorini rivela che Maria De Filippi e Maurizio Costanzo dormono in camere da letto separate

L’argomento della puntata di mercoledì scorso di CR 4 – La Repubblica delle donne erano proprio i matrimoni bianchi. Ovvero le unioni di personaggi dello spettacolo che non praticano molto il sesso ma che rimangono però molto uniti. Il direttore di Chi è partito da molto lontano, ovvero dall’antica Grecia, fino ad arrivare ai giorni nostri. Riferendosi a Queen Mary e il giornalista capitolino, Signorini ha detto questo:

“Sono 24 anni che Maria De Filippi e Maurizio Costanzo dormono in camere separate”.

Maria De Filippi e la poca pratica col sesso

Ma nel mondo dello spettacolo non ci sono loro due che hanno preso questa decisione. Alfonso Signorini ha rivelato altre coppie, ad esempio quello di Daniel Craig, che ha dichiarato di aver voluto fare assolutamente un figlio e che nonostante ami la consorte non hanno molti rapporti intimi. Il direttore del magazine Chi, parlando di Maurizio Costanzo e Maria De Filippi ha riferito anche questo nel salotto di Piero Chiambretti:

“Non è un mistero che Maria ha sempre dichiarato di essere una pi…a per quanto riguarda il sesso. Probabilmente faranno ancora qualcosa insieme, ma non mettono di certo il sesso al centro del loro rapporto”.

Cosa ne penseranno i diretti interessati sull’argomento affrontato da Signorini?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!