Il solito Zeman: “Tifavo la Juventus, ma…”

Zdenek Zeman, il solito. Il profeta del 4 – 3 – 3 sa che le sue parole fanno il giro d’Italia e ogni volta che può sottolineare che il nostro calcio è malato da tanto tempo ormai non si tira mai indietro. Sa pure che il giornalista di turno che cerca il titolo a sensazione è sempre presente nelle sue conferenze stampa, e lui con la solita flemma dice le cose come stanno, per la gioia di chi scriverà l’articolo. Da 15 anni ormai la classica domanda che fa rima con Juventus è d’obbligo.

Nel post-gara di Cagliari – Atalanta, l’allenatore dei sardi, reduci da una bruciante sconfitta per 2 reti ad una contro i bergamaschi, oltre alle frasi riguardanti il rammarico per il risultato bugiardo, incalzato dichiara: “Non ce l’ho con la Juventus, la tifavo, e dormivo con la maglia bianconera da bimbo. Io ce l’ho con chi ha fatto male al calcio”, ed ecco la stilettata: “…e quelle persone che hanno fatto male al calcio lavoravano per la Juventus”.

Banale o no, vista la risaputa mediaticità di ogni suo intervento, è difficile non riconoscere il coraggio del mister. I non pochi problemi che gli hanno causato le accuse mosse anni or sono al sistema calcio fecero perdere credibilità al tecnico boemo, relegato all’estero prima e nelle serie minori poi, ma ora, rientrato stabilmente nel calcio che conta, Zdenek Zeman non ha perso il vizio di mettere pepe al corrotto mondo del calcio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!