Il Caffè: ecco la giusta dose giornaliera da dover assumere

Caffè quante tazzine berne al giorno

La caffeina

Gli italiani, da sempre, sono amanti del caffè ed ecco la giusta dose giornaliera da dover assumere. La caffeina infatti non è presente solamente nel caffè, ma anche in tantissimi altri prodotti. Inoltre – come fanno notare gli studiosi – sono molti gli aspetti da prendere in considerazione. Questa sostanza si trova naturalmente nel cioccolato e nel tè, ma anche in moltissimi cibi confezionati, bibite e integratori dietetici.

L’importante come sempre è leggere l’etichetta con attenzione per capire dove è segnalata la presenza della caffeina. Fino a 400 milligrammi al giorno infatti la caffeina può apportare moltissimi benefici al nostro corpo, in caso contrario può diventare un vero e proprio nemico.

Il caffè è una cosa seria

Da sempre, gli italiani, sono amanti del caffè ed ecco la giusta dose giornaliera da dover assumere. Inoltre, come svelano gli esperti, è necessario chiarire un equivoco che trae in inganno moltissime persone: te e caffè decaffeinati contengono comunque la caffeina, anche se in dose minore. Fondamentale dunque non superare la dose di 4-5 tazzine al giorno, anche se molto è legato al metabolismo di ogni persona e alla sua sensibilità.

Il consumo di caffè andrebbe limitato se si assumono alcuni farmaci, perché la sostanza potrebbe interferire con l’assorbimento del medicinale. Questa bevanda è sconsigliata anche durante l’allattamento o in gravidanza. In ogni caso è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio medico per evitare problemi. Non rinunciate al caffè, ma agli abusi del medesimo.

Un limite

Gli italiani, da sempre, sono amanti del caffè ed ecco la giusta dose giornaliera da dover assumere. Come capire se state esagerando? I segnali lanciati dal corpo sono inequivocabili. Si avvertono solitamente nausea, mal di testa, tachicardia e insonnia. Bere e mangiare con consapevolezza dei propri limiti e del nostro organismo. Amiamoci senza rinunciare alle cose che ci piacciono di più.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!