Crede di avere una influenza e non va in ospedale: muore a soli 23 anni per una rara infezione

Pensava di avere l'influenza, ragazzo irlandese muore per miocardite

Credeva di avere una semplice influenza che se ne sarebbe andata da sola, al limite prendendo qualche antipiretico. Reece Milner, un ragazzo 23enne di origini irlandesi, decide così di non rivolgersi ai medici. Purtroppo la sua non era influenza.

Ritrovato nella sua auto a Craivagon

Il 23enne, la scorsa settimana, è stato trovato da un passante nella sua auto a Craivagon in stato confusionale. Per il ragazzo, che non aveva precedenti problemi di salute, è iniziata quindi una corsa contro il tempo.

Il giovane trasportato al Craivagon Area Hospital, è stato ricoverato in terapia intensiva. Gli accertamenti a cui è stato sottoposto, hanno subito rivelato la morte cerebrale nel giorno stesso del ricovero. Il ragazzo è poi deceduto due giorni dopo, con accanto i familiari e la ragazza.

La diagnosi dei medici

Secondo i medici, il ragazzo sarebbe morto a causa dell’infiammazione miocardica dei muscoli del cuore provocata da una rara infezione. La famiglia del giovane avrebbe voluto donare gli organi di Reece, realizzando così uno dei suoi desideri, purtroppo però non è stato possibile perché dopo il decesso è stata effettuata l’autopsia. Solo il cuore è stato donato a scopo di ricerca e non è detto che non possa salvare qualcun altro.

Le parole della fidanzata

Riofach Doran, la fidanzata di di Reece da 6 anni, ai media locali ha raccontato che:

“È stato malato nelle ultime tre settimane, ha vomitato qualche volta, ma abbiamo pensato che avesse l’influenza”.

Riguardo al suo carattere lo descrive così:

“Era una persona davvero divertente ed estroversa. che amava far ridere la gente. Amava me e mio figlio, lo considerava come se fosse il suo, era così premuroso con tutti”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!