Cancro all’esofago, paziente muore a 35 anni: per i medici era stress

tumore cura medico

E’ morto ad appena 35 anni a causa di un tumore all’esofago. Ryan Greenan, padre di due bambine di 8 e di 11 anni, ha lasciato la famiglia nello sconforto più desolato.

Un problema che lo assillava da tempo

Stando a quanto si apprende, Ryan, di professione badante, si era recato dal medico perché da un po’ di tempo aveva difficoltà a deglutire. Ogni volta che mangiava e beveva qualcosa in particolare, gli capitava di avvertire dolore. L’uomo decide quindi di sottoporsi a una visita medica. Lo specialista che lo visita, lo rassicura dicendogli che non ha nulla di cui preoccuparsi. Il suo problema nasce dall’ansia e dallo stress. Tutt al’ più gli viene diagnosticato un piccolo reflusso, insomma nulla che lasciasse presagire l’epilogo tragico.

Riprende la vita di sempre

Ryan, tranquillazzato dal medico, riprende così la sua vita di sempre. Pochi giorni dopo questa visita medica, l’uomo aveva promesso di sposare Natasha, la donna con cui era fidanzato da 8 mesi. Un giorno però mentre era a lavoro viene colto da un collasso.  L’uomo quindi viene trasportao d’urgenza in ospedale, dove gli vengono praticati tutti gli esami del caso.

La terribile diagnosi che non lascia speranza

Il 28 dicembe scorso gli viene fatta la diagnosi di un tumore all’esofago che purtroppo aveva dato già metastasi ai polmoni e al fegato. La patologia tumorale gli è stata diagnosticata al quarto stadio. Il cancro si è rivelato così aggressivo da fargli perdere ben 12 chili in circa due settimane mentre era ricoverato in ospedale. Purtroppo non vi era più alcuna speranza che l’uomo potesse sopravvivere.

Le parole della sorella

Kerry Geenan, la sorella di 33 anni, alla stampa locale, ha dichiarato di essere distrutta e arrabbiata. Kerry non può fare a meno di pensare che se il medico avesse capito prima di cosa soffriva il fratello, oggi sarebbe ancora vivo. Con gli esami necessari, avrebbe potuto sottoporsi alle cure mediche opportune, ad esempio alla chemioterapia. Purtroppo dopo 3 mesi, conclude la sorella:

“Il cancro si era ormai diffuso, lo aveva devastato, e a quel punto non c’era ormai più niente che si potesse fare”

Cancro esofago

Questa patologia si manifesta soprattutto tra gli anziani di età compresa tra i 60 e i 70 anni di età. Se diagnosticato tempestivamente, viene trattato chirurgicamente e con la chemio o la radioterapia. In caso di diagnosi tardiva le chance di sopravvivenza si riducono notevolmente.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!