Sarabanda ritorna in tv? Ecco cosa ha detto Enrico Papi…

Come dimenticare l’Uomo Gatto, pseudonimo del concorrente Gabriele Sbattella, la Professora Antonietta Palladino, Allegria (David Guarnieri), Max l’uomo mascherato (Giulio De Pascale), Coccinella (Marco Manuelli). Sono solo alcuni dei campioni che, con la loro bravura e un tocco di originalità e stravaganza unici, hanno scritto la storia di Sarabanda, tenendo a lungo incollati davanti ai televisori, negli anni a cavallo fra il vecchio e il nuovo millennio, milioni di spettatori di ogni età.

A quasi dieci anni di distanza dalla sua ultima messa in onda, il programma musicale più duraturo della televisione italiana, con le sue 1722 puntate trasmesse nella versione quiz (dal 13 ottobre 1997 al 14 marzo 2005), potrebbe fare presto il suo ritorno sul piccolo schermo. È il conduttore storico Enrico Papi a rivelarlo in un’intervista rilasciata durante la nona edizione della “Festa della rete 2014”, in scena a Rimini dal 12 al 14 settembre scorsi, cui ha partecipato nelle vesti di ospite.

Come riportato da Tvblog.it, Papi si è detto pronto a un rilancio immediato del programma, non prima però di una oculata rivisitazione dello stesso per renderlo al passo con gli standard televisivi più moderni; perché si sa, la tv è un mezzo di comunicazione e intrattenimento di massa in continua e inarrestabile evoluzione!

  “Voglio riportare in tv Sarabanda – ha affermato il conduttore. “Sono tornato in Italia in questi giorni (da tre anni vive in America, ndr) per proporre questa idea alle varie reti. Vedrei bene Sarabanda a Mediaset ma anche alla Rai (magari Rai 2)…ne parlerò nei prossimi giorni con le reti per cercare di capire dove potrebbe collocarsi al meglio. Ovviamente ho ripensato il format in modo da renderlo adatto alle esigenze televisive contemporanee. Il 2015 sarà il decimo anniversario dall’ultima puntata di Sarabanda, potrebbe essere un’ottima occasione per tornare in onda”

E voi come immaginate il possibile ritorno di Sarabanda in tv? Pensate possa riscuotere il successo di un tempo o, piuttosto, rivelarsi un clamoroso flop? Diteci la vostra…

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!