Sanremo 2019, arriva la denuncia per Virginia Raffaele? Ecco cosa ha fatto al Teatro Ariston

Raffaele

La comica ha commesso una grossa gaffe sul palco del Teatro Ariston

La prima puntata della 69esima edizione del Festival di Sanremo è iniziata all’insegna delle gaf da parte dei conduttori, problemi tecnici e a quanto pare anche battute che non sono piaciute al pubblico. Ad esempio, infatti, Virginia Raffaele si è resa protagonista di un’uscita poco felice che ha fatto innervosire la platea del Teatro Ariston. Ma cosa è accaduto? Nel dettaglio Claudio Bisio, prima di presentare i Boomdabash, ha detto in modo scherzoso:

“È arrivato poco fa un tweet sulla mia giacca, chiedono se la mia stilista sia un membro dei Casamonica…”.

A quel punto è intervenuta la collega che ha fatto questa battuta:

“Un saluto ai Casamonica…”.

Frase che non è piaciuta agli spettatori facendo calare il gelo in platea. La Raffaele, accortasi dell’errore commesso ha esclamato questa frase:

“Adesso mi denunciano…”.

Naturalmente le parole di Virginia hanno fatto scatenare una serie di polemiche sui vari social network.

Festival di Sanremo: ospiti e commozione per Fabrizio Frizzi

Protagonisti della prima serata della 69esima edizione del Festival di Sanremo i 24 cantanti in gara tra esibizioni e prime votazioni. Ma sul palco c’è stato spazio anche per superospiti come Andrea Bocelli col figlio e Giorgia che hanno incantato il pubblico presente al Teatro Ariston.

Momento di grande commozione, invece, quando sul palco è salito di nuovo il conduttore e direttore artistico Claudio Baglioni per ricordare il compianto Fabrizio Frizzi, che ieri avrebbe compiuto 61 anni. Ovviamente è scattato un lungo applauso e standing ovation del pubblico.

Festival di Sanremo 2019: ecco la classifica parziale

Zona blu (i migliori): Loredana Bertè, Daniele Silvestri, Simone Cristicchi, Irama, Ultimo, Il Volo, Francesco Renga, Nek. Zona gialla: Arisa, Boomdabash, Negrita, Anna Tatangelo, Enrico Nigiotti, Federica Carta e Shade, Paola Turci, Patty Pravo con Briga. Mentre Zona rossa: Achille Lauro, Einar, Mahmood, Motta, Nino D’Angelo e Livio Cori, Ex-Otago, The Zen Circus.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!