Fabrizio Frizzi, la polemica di Lorella Cuccarini sul conduttore romano: ‘Ma se la Rai…’

Frizzi

Applausi e ricordi per Fabrizio Frizzi

Ieri Fabrizio Frizzi avrebbe compiuto 61 anni e per l’occasione tantissimi personaggi dello spettacolo e non lo hanno ricordato sui vari social network.

Purtroppo da quasi un anno il conduttore romano non c’è più dopo che un brutto male se lo ha portato via lo scorso marzo 2018. Tra i tanti vip anche Lorella Cuccarini ha voluto omaggiare il collega ed amico, ma lo ha fatto con un velo di polemica tanto che sicuramente si alzerà un polverone mediatico.

Lorella Cuccarini e il velo di pol,emica intorno al compleanno del conduttore romano

Anche al Festival di Sanremo è stato ricordato il compianto Fabrizio Frizzi con una standing ovation ed applausi. La più amata dagli italiani, ovvero Lorella Cuccarini ha scritto sul suo profilo Twitter questa frase:

“Standing ovation a Sanremo per Fabrizio… Ma in tanti anni non gli è mai stato proposto di presentarlo“.

La soubrette ha sottolineato il contrasto evidente tra l’omaggio fatto sul palco del Teatro Ariston e il fatto che nessun dirigente della Rai gli avesse mai affidato un’edizione del Festival della canzone italiana. Quindi, dopo il polverone mediatico per le dichiarazioni filo sovraniste e il botta e risposta con Heather Parisi, la donna rischia di finire ancora una volta nell’occhio del ciclone.

Lorella Cuccarini e il commosso ricordo per il collega e amico Fabrizio Frizzi

La standing ovation fatta dalla sala stampa a Sanremo nei confronti del compianto Fabrizio Frizzi ha scatenato una polemica da parte di Lorella Cuccarini che, vedendo tanta partecipazione nel ricordo del marito di Carlotta Mantovan, ha deciso di fargli gli auguri a modo suo, ovvero attraverso un ricordo sul suo profilo Twitter.

“Standing ovation per #FabrizioFrizzi a Sanremo… ma in tanti anni non gli è mai stato proposto di presentarlo #manchi #FestivalDiSanremo”,

ha scritto sul social lanciando una frecciata velenosa ai dirigenti di Viale Mazzini.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!