Muore a 6 mesi di leucemia: i genitori non avevano i soldi per pagare le cure

Juan Sebastiàn è deceduto a soli 6 mesi a causa di una grave forma di leucemia. Purtroppo i genitori non potendosi permettere le cure per il piccolo, non hanno potuto fare nulla per salvarlo. Il padre e la madre del bambino, che assolutamente non volevano darsi per vinti, hanno pubblicato appelli sul web e avviato una raccolta fondi. Purtroppo ogni tentativo si è rivelato inutile.

Il piccolo, stando a quanto si apprende, è spirato al José Manuel de los Ríos di Caracas, dove è stato sottopposto a un primo trattamento a base di chemioterapia, che purtroppo non ha dato i risultati sperati. Il piccolo avrebbe dovuto seguire un secondo ciclo di chemioterapia, ma non è stato possibile, perché i genitori avevano dato fondo a tutte le risorse economiche necessarie.

L’appello in rete

I genitori, per racimolare quanto necessario per permettere a Juan di sottoporsi a un secondo ciclo di chemioterapia, hanno aperto una pagina su Instagram e lanciato anche degli appelli sul web. In particolare il bambino aveva bisogno di fiale di Citarabina, un farmaco utilizzato per il trattamento dei tumori. Le strumentazioni per la chemio purtroppo risultavano danneggiate, il che si è tradotto quindi in un ulteriore rallentamento delle cure.

L’unica possibilità di salvezza

Per i medici l’unica possibilità di salvezza era rappresentata dal trapianto di midolo osseo. Purtroppo però non è stato possibile reperire un donatore compatibile in così poco tempo. La grave crisi che stata investendo il Venezuela, si riverbera anche per quanto riguarda la qualità delle cure mediche, di cui può usufruire la popolazione.

La vita di molti bambini risulta infatti a rischio proprio per la difficoltà nel reperire farmaci essenziali. In particolare l’allarme circa la situazione in cui versa la sanità venezuelana è stata lanciata da Maria Graciela Lopez, presidente della società venezuelana per le malattie infettive e medico presso la clinica.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Marco Troisi: Dottore in giurisprudenza, appassionato bibliofilo, cultore delle belle lettere. Vincitore di concorsi in ambito letterario, i suoi testi sono stati pubblicati in numerose riviste e antologie. Gestisco https://www.news24web.it/, un sito informativo che si propone l'obiettivo ambizioso di raccontare la contemporaneità.