Noci: effetto anti-depressivo soprattutto per le donne

Noci effetto antidepressivo

Il consumo di noci potrebbe dare dei benefici anche per quanto riguarda la salute mentale. E’ quanto emerge da uno studio condotto dall’Università della California di Los Angeles. Ma andiamo a considerare cosa è emerso nello specifico da questo studio.

Noci: un toccasana per il cervello

I ricercatori hanno preso in esame le abitudini alimentari relative a 26mila persone. In particolare hanno passato in rassegna i dati del National Health and Nutrition Examination Survey (NANHES), che rappresenta un significativo campionamento della popolazione americana.

Circa 26mila soggetti adulti statunitensi hanno risposto a un questionario relativo alla dieta negli ultimi due giorni e alla presenza di sintomi attinenti alla depressione nelle ultime due settimane. Nel questionario ad esempio i volontari hanno valutato diversi fattori, ad esempio un atteggiamento poco propositivo nel fare le cose, la difficoltà nel prender sonno o al contrario dormire troppo, sentirsi stanchi o comunque poco energici, avere difficoltà a prestare attenzione.

Dai risultati è emerso che quanti avevano consumato noci, si parla di un consumo medio di 24 grammi al giorno, erano meno inclini a presentare i fattori che connotano la depressione. Pertanto dimostravano maggiori probabilità di provare interesse per ogni cosa che facevano, un maggiore livello di energia, concentrazione e senso di ottimismo.

Noci: ne beneficiano di più le donne

Sempre stando a quanto emerge dallo studio, l’effetto benefico anti-depressivo indotto da questo frutto è risultato maggiore nelle donne rispetto agli uomini (32% rispetto al 21% degli uomini). D’altronde le donne hanno maggiori probabiità di andare incontro alla depressione e di conseguenza di utilizzare farmaci antidepressivi.

Secondo i ricercatori, le virtù della noce deriverebbero dalla presenza degli acidi grassi polinsaturi e dell’acido alfa-linoleico. Precedenti ricerche hanno evidenziato i benefici che derivano dal consumo di questo frutto per la salute di cuore e cervello. A maggior ragione dovrebbero essere incluse in un piano dietetico dopo i risultati di questo studio pubblicato sulla rivista scientifica specializzata Nutrients.

Tuttavia è opportuno precisare, che lo studio benché evidenzi i risultati positivi derivanti dal consumo di noci, si tratta pur sempre di una ricerca di associazione senza implicazione di causa effetto. Pertanto serviranno altre ricerche per confermare questi risultati.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!