Emma Marrone e la gravidanza dopo il tumore: ‘Per avere un figlio ho dovuto….

Emma

Emma Marrone, in une recente intervista ha raccontato della sua condizione e dell’operazione di rimozione del cancro che le è costata tanto dolore non solo fisico. Ecco cosa ha reso noto di recente la cantante pugliese

Emma Marrone è decisamente una delle cantanti più amate di sempre. La sua storia è davvero molto particolare. L’arrivo al successo per lei è stato molto più complesso che per altri. Insomma, raggiungere l’apice del successo è stata una lotta non contro tutti gli altri che come lei volevano affermarsi, ma anche contro il tumore.

Emma Marrone, il tumore e la scelta di preservare la maternità

Emma Marrone ha sempre raccontato con molta fatica la sua lotta contro il cancro. Se anche lei, come l’amica Nadia Toffa ha voluto rendere nota la sua malattia, ma le è costato un bel po’. La cantante pugliese è sempre molto restia e non parla volentieri della sua patologia. Emma però può contare sul sostegno della sua famiglia e dei suoi amici che non l’hanno mai lasciata sola.

In una recente intervista a La Gazzetta dello Sport, Emma ha parlato del rapporto con il suo corpo. La cantante ha raccontato del tumore, e di come l’ha scoperto, quasi per caso:

‘Ho scoperto il mio tumore a 24 anni facendo un controllo banalissimo, di quelli in cui accompagni una amica e dici: ‘Va bè lo faccio anche io”

Nella seconda operazione, la cantante ha dovuto rinunciare ad un’ovaia. Adesso Emma è una ragazza monovarica.

La difficoltà nel diventare mamma

Ovviamente, essendo una donna con una sola ovaia, Emma Marrone potrebbe avere delle difficoltà nel diventare mamma. Infatti, proprio per questo ha deciso di ricorrere alla medicina moderna e alle sue ‘garanzie’. Emma ha raccontato, secondo quanto si legge su Di più, di usare una tecnica innovativa:

‘Ho scelto di fare il congelamento del tessuto ovarico, perché non si sa mai…’

Poi ha specificato:

‘In questo modo un domani, se ci dovessero essere dei problemi, avrà un’ulteriore opportunità’

Sostanzialmente, il tessuto dell’ovaia rimossa a Emma durante l’operazione è stato congelato e ora è conservato in contenitori di azoto liquido a meno 196°. Se la cantante dovesse rimanere incinta in modo naturale il tessuto non sarà necessario. Nel caso contrario potrebbe essere di grande aiuto questo tessuto ‘salvato’. Una tecnica innovativa che ha permesso già alcune nascite.