Home Salute e benessere Medico muore in pochi giorni a causa di un misterioso batterio

Medico muore in pochi giorni a causa di un misterioso batterio

0
Medico muore in pochi giorni a causa di un misterioso batterio

Un medico molto conosciuto nel Veneto è morto in pochi giorni a causa di un misterioso batterio. Salvatore Albanese, medico 67enne di Saletto di Vigodarzere, è stato ucciso da una infezione procuratagli da un batterio, su cui i suoi colleghi in questo momento non si sbilanciano. Ma andiamo a ricostruire quanto accaduto sulla base delle prime informazioni trapelate.

Medico stroncato nel giro di una settimana

Purtroppo nel breve giro di una settimana la malattia si è portato via questo medico molto conosciuto, stimato e benvoluto da tutti. Tutto ha avuto inizio martedì della scorsa settimana, quando il medico era al lavoro. Due giorni dopo, a causa di uno stato febbrile, è andato a farsi visitare all’ospedale di Cittadella.

In un primo momento si pensava che la sua fosse una semplice influenza, ma purtroppo non è stato così. Le sue condizioni di salute sono andate peggiorando sempre di più. Il medico avrebbe mostrato i primi sintomi della malattia mentre era a lavoro. Pensava di aver contratto una banale forma influenzale, per cui per precauzione ha preferito andare in ospedale.

Ricoverato in rianimazione

Purtroppo nel breve giro di qualche ora il peggioramento delle sue condizoni di salute è stato così rapido e netto da richiedere un ricovero nel reparto di rianimazione. In appena 7 giorni, (giovedì 7 febbraio il medico si è recato in ospedale il 14 è deceduto), si è consumata questa tragedia.

Secondo una delle prime ipotesi sulla causa della morte, il medico sarebbe stato contagiato da una infezione batterica così aggressiva da ledere in maniera irreversibile gli organi vitali.

Salvatore Albanese era un medico molto noto, non soltanto nel padovano, in quanto è stato uno degli antesignani nel nostro paese riguardo all’accoglienza ai parenti dei pazienti che arrivano da lontano per riicevere le cure ospedaliere. Il medico è stato ricordato molto affettuosamente sulla pagina facebook dell’Associazione Cilla onlus.