‘Ha un grave problema alla mano’: Maria de Filippi lo annuncia in tv e fa commuovere tutti

Maria De Filippi

Maria De Filippi e la storia a C’è Posta per Te del ragazzo con un problema all’arto superiore

Ieri sera su Canale 5 è andata in onda la quinta puntata di C’è Posta per Te. Dopo una settimana di pausa dovuta al Festival di Sanremo, è tornata Maria De Filippi con il suo seguitissimo people show. Tra gli ospiti della serata c’era il grande Mario Balotelli.

Il calciatore che ora gioca in Francia, precisamente al Marsiglia, è stato accolto dalla conduttrice che le ha raccontato la storia di un 19enne, suo grande ammiratore, con un gravissimo problema alla mano. Ascoltando la storia del ragazzo, Balotelli si è commosso, dimostrando ancora una volta di essere un uomo buono e genuino.

Aprendo la busta, però, si è trovato davanti Pio&Amedeo che Mario conosce bene. Il motivo? E’ stato più volte vittime ad Emigratis, il programma condotto dai due comici. Quest’ultimi hanno iniziato ad ironizzare sul suo abbigliamento, sulle follie fatte in auto e per tutte le donne che ha avuto.

Maria De Filippi propone la storia di un giovane disabile, Mario Balottelli stupisce

A C’è Posta per Te di Maria De Filippi, Pio&Amedeo hanno chiesto un favore a Mario Balottelli. Il ragazzo col problema alla mano avrebbe bisogno di un’automobile speciale in grado di guidarla anche con la sua disabilità. A quel punto il duo ha fatto questa domanda al calciatore:

“Sono solamente 11 mila euro, tu ne guadagni quanti? 11 milioni all’anno?”.

Naturalmente in un primo momento Balottelli si è messo a ridere, ma quando i due attori gli hanno presentato il contratto, lui è rimasto inizialmente spiazzato. Maria De Filippi gli ha comunicato che non è obbligato ad accettare, ma il calciatore non ci ha pensato due volte firmando il contratto e ha regalato l’automobile al giovane disabile. Alla firma tutto lo studio di C’è Posta per Te è esploso in un’ovazione ed il giovane dopo aver aperto la busta ha abbracciato il suo beniamino.

C’è Posta
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!