Uomini e Donne, Andrea Dal Corso dice no a Teresa e mette nei ‘guai’ l’attore Alex Belli: ecco cosa è successo

Uomini e Donne

Uomini e Donne: la decisione di Andrea Dal Corso a diviso il pubblico a metà

Venerdì sera su Canale 5 è andato in onda il prima dei quattro appuntamento di Uomini e Donne Speciale La Scelta in cui i telespettatori hanno visto come è andato a finire il percorso di Teresa Langella. Quest’ultima non ha scelto Antonio Moriconi, il corteggiatore preferito da tanti telespettatori, ma il rivale Andrea Dal Corso. Risultato? Il ragazzo non si è presentato alla festa al castello provocando un forte dolore alla tronista napoletana.

Durante e dopo la puntata, però, Andrea è stato sommerso di messaggi sui social in cui lo accusavano di non aver avuto fegato. Ma non è stato l’unico a ricevere degli insulti. Anche l’attore Alex Belli si è visto recapitare decine e decine di lamentele per non aver detto di si a Teresa.

Uomini e Donne: l’attore Alex Belli scambiato per Andrea Dal Corso

Ebbene sì, l’attore di Centovetrine e di Sacrificio d’Amore è stato scambiato per Andrea Dal Corso, il corteggiatore del Trono classico di Uomini e Donne. Effettivamente la somiglianza è molta ma il nome nome no.

Come si fa a scambiare delle persone in questo modo? Centinaia di utenti Twitter, infatti, venerdì sera hanno scherzato sulla somiglianza tra i due ragazzi e sabato mattina qualcuno ha anche attaccato Belli per come ha trattato la Langella.

“Non dovevi trattare così Teresa! Non si fa“,

si legge sui social. Per fortuna l’attore che spesso si reca da Barbara D’Urso, ha retto al gioco ironizzando così lo scambio:

“Forse hai sbagliato persona…”.

Resta il fatto che la decisione di Dal Corso ha scatenato una serie di malumori da parte degli utenti web ma anche di personaggi di Uomini e Donne. La più dura è stata Giulia De Lellis, ma non sono state da meno ex corteggiatrici e tronisti del dating show di Maria De Filippi. Il prossimo venerdì toccherà a Lorenzo Riccardi e, visto il suo carattere, ci sarà da divertirsi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!