Australia: un koala resta attaccato all’auto per 88 Km.

Il regno animale è sempre pieno di sorprese, ma mai come in questo caso, la tenacia di questo koala ci colpisce. Siamo nel Queensland nel nord est dell’Australia. Un koala è stato investito da un’auto su una strada di lunga percorrenza ed è sopravvissuto per un’ora aggrappato alla griglia anteriore del veicolo, per circa 88 chilometri. L’unico danno subito è stata una semplice unghia spezzata, nonostante la violenza dell’urto.

Il viaggio da clandestino

Lo scomodo e pericoloso viaggio affrontato dall’esemplare maschio di quattro anni, è stato piuttosto lungo. La famiglia non si è accorta di nulla, e in molti s’interrogano su come il koala sia sopravvissuto. L’auto ha raggiunto anche velocità di 110 Km/h e per tutto il tragitto di quasi 90 chilometri, il koala è rimasto saldamente attaccato. Questo viaggio è incominciatoMayborough venerdì scorso. La famiglia a bordo dell’auto non si è accorta di nulla, fino a quando ha scoperto il clandestino dopo ben 88 km, solo quando si è fermata a Gympie per fare benzina, presso il locale distributore.

I primi soccorsi

L’animale è stato soccorso ed affidato all’Australia Zoo, dove il veterinario Claude Lacasse ha prestato le cure. I guardiani hanno soprannominato il koala Timberwolf cioè Lupo grigio in onore della squadra di rugby di cui sono tifosi. Il dottor Lacasse si è meravigliato delle sue buone condizioni affermando che «È una storia davvero straordinaria, è un koala molto fortunato». Timberwolf ha ricevuto un trattamento analgesico per l’unghia spezzata e resterà un mese in convalescenza presso l’ospedale dello zoo.

Il koala, una specie che scivola verso l’estinzione

La specie dei I koala è classificata come “vulnerabile” in Australia. Oggi si stima che non ne siano rimasti che circa 43 mila allo stato selvatico, mentre nel 1788 all’arrivo dei coloni britannici,nel continente se ne potevano contare oltre 10 milioni. Naturalmente le cause sono molteplici, non solo il disboscamento selvaggio naturalmente anche i cambiamenti climatici minacciano pesantemente questa specie.

Occorre infatti rivedere i metodi di gestione del territorio per proteggere le delicate popolazioni di queste creature, che tendono ad abbandonare il proprio habitat alla ricerca di cibo, finendo spesso investiti. Infatti quella di Timberwolf è una rara storia a lieto fine.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!