Ravioloni fritti alle noci

Ravioloni fritti alle noci
Il piatto del giorno: ravioloni fritti alle noci

La ricetta che vi propongo in questa penultima domenica di settembre è quella dei ravioloni fritti alle noci. Ormai l’autunno è alle porte e bisogna dare il nostro arrivederci alle pietanze estive e cominciare ad orientarsi verso quelle adatte alle giornate più fredde.

Indubbiamente, un piatto pieno di questi squisiti ravioloni dorati e profumati alla vaniglia è una vera tentazione per tutti, ma in modo particolare per i più piccoli che, come si sa, prediligono i dolci fritti. E’ innegabile che si tratti di una specialità piuttosto calorica e che richiede un lungo tempo di preparazione; riservatela, quindi, al weekend o ad occasioni particolari, ad esempio compleanni o pranzi dei giorni festivi. Vediamo, quindi, passo passo, come si realizza questo dessert.

 

Ingredienti per 6 persone:

300 g di farina

2 uova intere + 1 albume

40 g di burro

1/2 bustina di lievito di birra secco

100 ml di latte

1 cucchiaio di olio di oliva

marmellata di albicocche quanto basta

100 g di gherigli di noce tritati

abbondante zucchero a velo vanigliato

sale e olio per friggere quanto basta

 

Preparazione:

Setacciare la farina sulla spianatoia a fontana, insieme con un pizzico di sale.

Incorporarvi le uova, il burro ammorbidito a temperatura ambiente tagliato a pezzetti, il lievito sciolto con il latte tiepido e 1 cucchiaio di olio.

Lavorare insieme i vari ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.

Raccoglierlo a palla, avvolgerlo in un canovaccio spolverizzato di farina e lasciarlo riposare per 1 o 2 ore.

Trascorso tale periodo, stendere con il mattarello la pasta in una sfoglia sottile e ritagliare con la rotella dentata dei quadrati di 5 cm di lato.

Porre al centro di metà dei quadrati 1 cucchiaio di marmellata, disporvi sopra un po’di gherigli di noce tritati grossolanamente e coprire con gli altri quadrati, dopo averne inumidito i bordi con un po’di albume. Far bene aderire la pasta tutt’intorno alla marmellata, poi friggere i ravioli in abbondante olio bollente.

Estrarre i dolci con una paletta forata, farli asciugare su un foglio di carta assorbente, trasferirli poi su un vassoio di portata e spolverizzarli con abbondante zucchero a velo vanigliato. Servirli ancora ben caldi.

 

L’appuntamento con la prossima ricetta è fissato per domani; nel frattempo, se volete restare sempre aggiornati con i miei articoli di attualità, spettacolo e cucina, potete chiedermi l’amicizia cliccando qui e se siete alla ricerca di idee gustose per i vostri amici intolleranti al glutine, potete seguirmi, mettendo il vostro like qui.

 

Potrebbe interessarvi anche:

Torta marmorizzata: cliccate qui

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!