Pamela Mastropietro: inquietanti dichiarazioni di un detenuto su Oseghale

Pamela Mastropietro: inquietanti dichiarazioni di un detenuto su Oseghale
Pamela Mastropietro: inquietanti dichiarazioni di un detenuto su Oseghale

Nuovi aggiornamenti sul caso di Pamela Mastropietro (19 anni al momento della morte) la ragazza originaria di Roma uccisa un anno fa a Macerata. Innocent Oseghale (29), l’uomo di origine nigeriana al processo per l’omicidio della giovane e al momento in carcere, avrebbe fatto una scioccante confessione ad un altro detenuto, tal Vincenzo Marino.

Il delinquente avrebbe dichiarato di essere uno dei leader dell’organizzazione criminale Black Cats. Affermazioni la cui veridicità è ancora da confermare. Certo è che fa riflettere come una persona nullatenente come l’Oseghale possa permettersi il lusso di avere ben due avvocati difensori contemporaneamente.

Pamela Mastropietro: le dichiarazioni di Marino su Oseghale

Vincenzo Marino è detenuto presso il carcere di Ascoli Piceno, lo stesso in cui è recluso Innocent Oseghale. Il Marino ha rilasciato ai carabinieri confessioni raccapriccianti riguardo il nigeriano, attualmente al processo per l’uccisione di Pamela Mastropietro. Il detenuto ha dichiarato:

‘Siì, Oseghale mi ha confessato il delitto. Mi ha detto di avere ucciso Pamela perché si era rifiutata di avere un rapporto sessuale a tre con lui e Desmond, aveva minacciato di raccontare tutto alla polizia’

Tuttavia, le inquietanti dichiarazioni del nigeriano non terminano qui. Questi avrebbe confessato al Marino di essere inoltre uno dei capi della mafia nigeriana in Italia. Oseghale avrebbe detto di fungere da intermediario tra la cellula criminale di Padova e quella presente a Castelvolturno (Caserta).

Oseghale avrebbe avuto peraltro il compito di trovare nuovi membri per la sua organizzazione criminale e di gestire il traffico di prostitute e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Come se questo non bastasse, tempo fa Innocent avrebbe fatto al suo compagno di cella un’infame proposta:

‘Ti do 100 mila euro se testimoni che sai che Pamela è morta di overdose’

Se Vincenzo Marino avesse accettato questa presunta offerta da parte di Innocent, sarebbe stato premiato con dei soldi provenienti da Castelvolturno, che l’uomo avrebbe ricevuto tramite gli avvocati del nigeriano.

Chi è Vincenzo Marino

Vincenzo Marino è un ex boss della mafia calabrese, al momento collaboratore di giustizia. Marino è stato compagno di cella di Innocent Oseghale, presunto omicidio di Pamela Mastropietro. I due detenuti hanno condiviso la stessa cella per circa due settimane. Sarebbe stato in tale periodo che Oseghale avrebbe confessato al Marino l’uccisione di Pamela per mano sua.

Marino è di base un testimone attendibile, in quanto in passato le sue confessioni hanno permesso l’arresto di numerosi affiliati alla ‘ndrangheta calabrese. Tali rivelazioni, se accertate, potrebbero pesare non poco sull’esito processuale nei confronti di Innocent.