‘Mio figlio è morto…’: anticipazioni Verissimo. Da Silvia Toffanin il dramma della soubrette Fernanda Lessa

Silvia Toffanin
Verissimo: Silvia Toffanin

Fernanda Lessa a Verissimo

Oggi pomeriggio alle 16 su Canale 5 andrà in onda una nuova puntata di Verissimo. Nel salotto di Silvia Toffanin ci saranno diversi ospiti, tra cui Fernanda Lessa che di recente ha rilasciato un’intervista al magazine Chi. La donna brasiliana ha parlato della sua lunga carriera nel campo della moda e della tv e ha rivelato qualcosa di molto doloroso. Sin da giovane faceva uso di droghe e alcol.

“Ho iniziato a fare uso di sostanze stupefacenti a 19 anni, quando lavoravo nel mondo della moda, soprattutto per la solitudine, mi mancava costantemente la mia famiglia. Ne ho abusato per otto anni, tutti i giorni. Sono riuscita a smettere solo quando ho scoperto di essere incinta di mia figlia”,

ha dichiarato la soubrette nel rotocalco Mediaset.

Verissimo: Fernanda Lessa tra droga e alcol

A Verissimo, Fernanda Lessa ha aperto il suo cuore a Silvia Toffanin toccando dei temi molto forti. La brasiliana, infatti, oltre alla droga ha fatto uso eccessivo di alcolici.

“L’ho fatto nel periodo in cui mi sono trasferita a Torino, la città del papà delle mie due figlie, dove però non trovai una bella accoglienza”,

ha dichiarato la modella. Quest’ultima, inoltre ha affermato che decise di togliere la droga, ma iniziò a bere fino a tre bottiglie di vino al giorno, in pratica era sempre ubriaca. Provò a smettere di bere, ma ebbe ben due ricadute, l’ultima risale all’agosto 2017. Da quel giorno non ha più bevuto.

“L’ho fatto per le mie figlie e per il mio attuale marito Luca. Non potevo più vedere le lacrime nei suoi occhi ogni volta che ero ubriaca. Oggi non posso bere più nemmeno una birra”,

ha confidata la Lessa.

Fernanda Lessa e la morte del figlio

Ma i colpi di scena non sono terminati qui. Intervistata a Verissimo, Fernanda Lessa ha confessato che diversi anni fa ha perso pure un figlio. Un bambino avuto dall’ex compagno Vittorio.

“All’ottavo mese di gravidanza mi dissero che mio figlio aveva una malformazione cardiaca e che avrebbe dovuto subire ogni due mesi trapianti di cuore. Ho partorito, ma purtroppo poco dopo è morto. È stato devastante. Non potrò mai dimenticare l’odore dei suoi capelli. Oggi è il mio angioletto”,

ha raccontato la donna in lacrime.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!