Tumore: i 15 sintomi che un uomo ignora!

tumore
In quindici sintomi di tumore che l'uomo spesso ignora e che non dovrebbe ignorare.

La disinformazione è un grande nemico: accade spesso infatti che molti uomini ignorino completamente o trascurino ciò che accade nel proprio organismo, portando così avanti per troppo tempo dei fenomeni che purtroppo si rivelano essere veri e propri sintomi di tumori. La prevenzione in questo senso è l’arma migliore, è ciò che ci consente di contrastare in tempo utile una patologia che altrimenti agisce indisturbata portando alle conseguenze che tutti conosciamo. Per poter prevenire, però, occorre conoscere e conoscersi; proprio per questo, sono riportati qua di seguito i quindici possibili sintomi di tumori che l’uomo spesso trascura.

 

– problemi ad orinare:
bruciore, eccessivi stimoli o dolori vari nell’orinare possono essere causati dall’età o, nella peggiore delle ipotesi, da un tumore della prostata, una ghiandola che ha bisogno di un costante controllo dopo una certa età. La natura invasiva dell’esame apposito non deve e non può spaventare: se persistono problemi di questo tipo, andate dal medico e toglietevi ogni dubbio.

 

– anomalie testicolari:
prevenzione significa anche controllo, in questo caso controllo su se stessi: è importantissimo che un uomo si faccia quasi giornalmente una sorta di auto esame, per verificare se le parti intime presentano stranezze o particolarità che il giorno prima non c’erano, o se invece la situazione è rimasta invariata. Le anomalie testicolari possono essere segno di tumore al testicolo, una patologia che può presentarsi in maniera alquanto repentina, e che di conseguenza può essere prevenuta soltanto con un intervento altrettanto tempestivo del paziente, che si rivolgerà al medico per sottoporsi ad esami di accertamento.

 

– sangue nell’orina: 
il sangue nell’orina è un fenomeno che in ogni caso deve essere curato: non è soltanto un campanello dell’allarme per quanto riguarda il tumore, può rilevare anche emorroidi o infezioni urinarie, e di conseguenza è assolutamente consigliata la visita da un medico.

 

– mutamenti cutanei:
qualsiasi tipo di mutamento cutaneo, dal colore, all’arrossamento, e soprattutto il cambiamento dei nei potrebbe essere un sintomo di un tumore della pelle: al primo campanello dall’allarme si consiglia la visita, perché i tumori della pelle se non sono presi in tempo si rivelano avversari ostici e spesso difficili da curare.

 

– anomalie dei linfonodi e ghiandole:
ingrossamento dei linfonodi e piccole ghiandole a forma di fagiolo presenti in determinati punti del corpo come ad esempio il collo sono spesso il segnale che sta accadendo qualcosa di anomalo all’interno dell’organismo.  Se la situazione non torna alla normalità nel giro di qualche settimana (in quel caso significa semplicemente che il sistema immunitario sta combattendo un agente esterno) è consigliabile una visita, visto che un tumore può alterare sensibilmente ghiandole e linfonodi esattamente nel modo descritto sopra.

 

– difficoltà ad inghiottire: 
può capitare di tanto in tanto di avere difficoltà nell’inghiottire, ma se ciò è accompagnato da perdita di peso, nausea e vomito allora è opportuno sottoporsi ad esami specifici per accertare l’assenza di tumore allo stomaco o alla gola.

 

– bruciore di stomaco:
esattamente come sopra, anche il bruciore di stomaco può essere l’avvisaglia di un tumore a stomaco o alla gola, anche se prima di allarmarsi si consiglia di cambiare abitudini alimentari, di limitare l’uso di alcolici o bevande gassate e di cambiare in generale stile di vita: cattiva alimentazione e eccessivo stress infatti possono causare bruciore di stomaco.

 

– problemi orali:
controllare sempre la presenza di placche in bocca o in gola, che siano bianche o rosse; cattive abitudini alimentari e il vizio del fumo sono una combinazione sufficientemente dannosa per andare a fare un controllo.

 

perdita di peso eccessiva e ingiustificata:
se non state facendo particolari diete, monitorate costantemente eventuali perdite di peso: se spesso e volentieri la causa di tale fenomeno è da attribuire allo stress, al cambio di stagione o alla vita frenetica, non dobbiamo dimenticarci che il tumore al pancreas o allo stomaco possono presentarsi anche attraverso la  perdita di peso. Una visita non fa mai male in questi casi.

 

– febbre:
non agitatevi, la febbre solitamente è un fenomeno assolutamente normale ed è il segno che l’organismo sta combattendo un’infezione: quando però si presenta in maniera totalmente ingiustificata e soprattutto non se ne va, il discorso è diverso: purtroppo, leucemia e altri tumori del sangue possono causare lunghe e persistenti stati febbrili.

 

mutamenti mammari:
nonostante moltissimi uomini la ritengano una questione femminile, recenti studi hanno rilevato che almeno nell’ 1% dei casi il tumore alle mammelle si presenta nell’uomo; è una percentuale molto bassa, ma certamente il gioco non vale la candela: un controllo non costa niente, no?

 

– stanchezza:
molti tipi di tumore causano stanchezza, una stanchezza continua che non passa, al di là delle ore di riposo e che soprattutto è completamente slegata da qualsiasi eventuale attività fisica che un soggetto possa compiere. Se vi sentite perennemente stanchi, è consigliabile recarsi dal medico,giusto per fugare ogni dubbio.

 

– tosse:
soprattutto se siete fumatori, tenete sempre sotto controllo la vostra tosse: non tanto in una fase iniziale (in cui comunque è necessario prendere tutti i provvedimenti del caso) quanto in un momento successivo, se non dovesse passare e continuare a presentarsi per oltre un mese. Specialmente nei fumatori,una delle prime avvisaglie di un tumore alla gola è proprio la presenza endemica della tosse.

 

– dolori:
volendo rimanere sul generico, i dolori spesso sono un’ancora di salvezza: essendo facilmente rintracciabili, possono davvero salvare la vita se rivelano la presenza di tumori. Quindi, quando sentite un dolore persistente da qualche tempo e non vi spiegate perché, non stateci troppo a pensare e andate dal medico.

 

– depressione e mal di pancia:
un’accoppiata insolita che può rilevare la presenza di tumore al pancreas, secondo recenti studi americani. Una visita dal medico, quantomeno per scrupolo, è consigliata.

 

Potrebbe interessarti anche:

ecco come si individua il tumore al polmone LEGGI QUI

che legame c’è tra il caffè e il diabete di tipo 2? LEGGI QUI 

esame delle orine al posto del Pap Test! LEGGI QUI

Per rimanere sempre aggiornati con i miei articoli di salute e benessere, chiedetemi l’amicizia su Facebook CLICCANDO QUI

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!