Claudio Bisio: “Non condurrò mai più il Festival di Sanremo”. Ecco perchè

Claudio Bisio

E’ stato uno dei mattatori dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, parliamo di Claudio Bisio. Il conduttore, insieme a Virginia Raffaele e al direttore artistico Claudio Baglioni, hanno realizzato un’edizione dagli ascolti sorprendenti.

Con la sua simpatia e la sua ironia ha fatto ridere milioni di italiani. Si tratta probabilmente del punto più alto della sua carriera, anche se ha annunciato che non condurrà più il Festival di Sanremo.

Claudio Bisio e la conduzione del Festival

Come detto Bisio ha condotto, insieme a Baglio e alla Raffaele, il Festival della canzone italiana 2019. La coronazione di una brillantissima carriera divisa tra televisione e cinema. In pochi sanno che la sua carriera è iniziata in teatro, arte che ha riproposto anche sul palco dell’Ariston.

Bisio nel 1981 si è diplomato alla Civica Scuola d’Arte Drammatica del Piccolo Teatro prima di debuttare sul palcoscenico con la compagnia del Teatro dell’Elfo. Alla metà degli anni ’80 lavora con grandi registi italiani come Mario Monicelli nel film “I Picari”, Dino Risi nel film “Scemo di guerra”, Giuseppe Bertolucci in “Strana la vita” e “I cammelli”. Claudio Bisio vince anche un Oscar con Mediterraneo, che conquista la statuetta come miglior film straniero.

Con l’arrivo del nuovo millennio diventa il volto di uno dei programmi più amati dagli italiani, parliamo di Zelig. Ha conquistato la simpatia ed il cuore di milioni di italiani per il suo ruolo in Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord. Prima della conduzione del Festival si è dedicato ad un altro must della televisione italiana, ci riferiamo ad Italia’s got talent.

Claudio Bisio non condurrà più il Festival di Sanremo

Il conduttore ha rivelato che non sarà più alla guida del festival più importante del nostro paese. La motivazione è molto semplice, troppo stress nell’organizzazione e nei giorni in cui si tiene Sanremo. A domanda precisa fatta da un giornalista di Repubblica ha risposto:

Non lo rifarò, l’ho promesso a mia moglie. Ho scoperto che non si può essere di lotta e di governo, ovvero fare lo “spacca tutto” e poi annunciare “Ecco a voi la canzone“. L’ altra mia unica volta a Sanremo, da ospite della finale, sette anni fa, ed eravamo pure sotto elezioni, fu più facile: arrivai con un monologo forte, duro, che partiva anticasta e finiva con un pugno nello stomaco verso noi italiani. Stavolta era tutto più complicato. Il problema non ero io, ma il clima. Non parlerei di pressioni o censura, ma proprio di clima Rai: pesante, faticoso

Il punto, quindi, è che per Claudio Bisio il clima che c’è intorno a Sanremo è troppo pesante. Troppo lo stress e le pressioni da sopportare durante il Festival.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!