Il “Funerale con il botto” è diventato realtà!

In tempi di crisi bisogna sapersi reinventare! Così avranno pensato due imprenditori di Rovigo, quando hanno depositato il brevetto mondiale del “Funerale con il botto”.

La morte per alcuni è un dolore, per altri è un business e la concorrenza è davvero spietata, così l’impresario funebre Alessandro Zanirato, in collaborazione con Vincenzo Martarello, imprenditore specializzato in fuochi pirotecnici, hanno fatto nascere il progetto del “Funerale con il botto”, i primi ed unici in Italia a proporre un funerale di questo tipo. Infatti i due impresari polesani hanno creato un impresa ad hoc, la  Ma. Za snc con tanto di sito internet che spiega passo passo come organizzare l’ultimo saluto.

“Sweet fly in the sky” ovvero il dolce volo nel cielo, così verrà proposto in tutto il mondo, l’alquanto originale idea, di disperdere le ceneri del defunto attraverso dei fuochi d’artificio, ecco perché qui in Italia lo chiameremo Funerale con il botto e il costo del funerale parte dai 1500 € e in base al botto che si sceglie di usare può arrivare, a costare 10 mila €.

Vediamo in cosa consiste, la prima tappa è la cremazione, che a quanto sembra, ultimamente è molto praticata dati i bassi costi, il secondo passo da fare è scegliere il luogo dove dar via allo spettacolo pirotecnico e poi, come spiega  Alessandro Zanirato,  titolare delle Onoranze funebri, via con il botto: “… Le ceneri  vengono messe all’interno di un tubo, appositamente brevettato e mescolate con la polvere pirica. Dopodiché, il famigliare può sparare. Tutto è infatti elettronico e senza nessun rischio. Basta schiacciare il bottone e le ceneri vengono lanciate a 200 metri dal suolo…”

Parenti e amici saluteranno il caro estinto con un vero e proprio spettacolo di fuochi d’artificio, la famiglia può scegliere i colori per personalizzare il Funerale con il botto, magari in base ai gusti del defunto; come funerale non è sicuramente dei più economici e infatti Zanirato sottolinea “…Ci rivolgiamo a una fascia medio-alta di clienti, la cremazione sta andando molto da quando la chiesa non la vieta. E dal 2011 le ceneri possono essere sparse in un luogo a piacimento. Basta solo l’autorizzazioni del Comune dell’area e il rispetto delle distanze dalle abitazioni previste dalla legge…”

Questa idea a molti può sembrare piuttosto eccentrica o addirittura irriverente, ma pensate che alla  Ma. Za snc, sono già arrivate molte richieste da varie parti del mondo; “…il funerale con il botto vuole essere un modo originale e unico per dimostrare, anche nel dolore per la perdita del proprio caro, affetto e amore attraverso uno spettacolo unico nel suo genere…”

Se siete curiosi questo è il link per accedere al sito web  http://www.mazasnc.it/sweet_fly_in_the_sky/