Un posto al sole, Marzio Honorato: ‘Ecco cosa ne sarà di Renato Poggi’

Un posto al sole, Marzi Honorato: 'Ecco cosa ne sarà di Renato Poggi'
Un posto al sole, Marzi Honorato: 'Ecco cosa ne sarà di Renato Poggi'

Un posto al sole’ continua a tenere alta la curiosità dei fedeli telespettatori ed il merito va alla permanenza dei personaggi storici tra cui Renato Poggi, interpretato da Marzio Honorato. L’attore è stato intervistato da ‘Napoli Today’ dove ha avuto modo di parlare del futuro del suo personaggio fittizio e del rapporto con gli altri attori della soap partenopea di Rai Tre.

Un Posto Al Sole: il segreto della longevità della soap

L’attore che interpreta Renato Poggi nella soap ‘Un posto al sole’ ha voluto sottolineare che a rendere longeva la soap partenopea sono le storie e le facce dei personaggi, delle quali la gente s’identifica. Durante l’intervista, l’attore ha fatto notare che gli sceneggiatori sono stati così bravi a raccontare una Napoli simile a quella della realtà.

Ha dichiarato che per loro non è stato per niente facile mantenere un’attenzione e una tensione per tutti questi anni. In fin dei conti, gli sceneggiatori sono riusciti a rappresentare alla perfezione lo spirito dei napoletani, che è lo stesso degli italiani.

Un Posto Al Sole: ecco il futuro di Renato Poggi

Nel corso dell’intervista a ‘Napoli Today’, l’attore Marzio Honorato ha spiegato che Renato Poggi è un personaggio che ha subito pochissimi cambiamenti. È sempre stato un tipo un po’ simpatico, un po’ ansioso e un po’ rompiscatole con i figli. Il signor Honorato ha fatto notare che le caratteristiche di Renato sono le stesse che hanno i genitori di un certo tipo e che hanno raggiunto la sua stessa età.

Parlando del futuro di Renato Poggi, l’attore ha svelato che il suo destino è completamente nelle mani degli sceneggiatori. Inoltre, ha ammesso di essere molto curioso di conoscere lo sviluppo del suo personaggio. Parlando del rapporto con gli altri attori di ‘Un posto al sole’, Honorato ha confessato di avere la fortuna di lavorare con la troupe e i colleghi che rappresentano una seconda famiglia. Ha parlato dello stretto legame che ha con loro tramite queste dichiarazioni:

‘Dopo 24 anni, ci conosciamo per filo e segno. Tutti sappiamo i nostri difetti, i nostri pregi’

Ha concluso l’intervista rivelando che il segreto del successo di ‘Un posto al sole’ è dovuto anche dal mancato senso di competizione tra i colleghi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!