Evitare l’infarto: ecco come!

Infarto

L’infarto da oggi si può combattere!|

Tgcom 24 ci fa sorridere in questi giorni, proponendo uno studio condotto dal Karolinska Instituter di Stoccolma e pubblicato successivamente sul Journal of the American College of Cardiology. Lo studio ha come obiettivo quello di mettere a punto uno stile di vita sano al punto da poter evitare quattro infarti su cinque, un risultato ottimo considerando che gran parte della civiltà occidentale è colpita da questo fenomeno che, se pur a volte congenito, risulta spesso provocato proprio dallo stile di vita.

Evitare l’infarto: ecco come!

Lo studio è stato condotto su 21.000 maschi, di età compresa tra i 45 e i 79 anni, tenuti in osservazione per ben undici anni. Tra questi soggetti, chi ha mantenuto uno stile di vita sano, evitando alcool e fumo, abbinando perdita di peso ad attività sportive, si è visto abbassare il rischio di infarto dell’86%.
Il vizio che più di tutti incide sul rischio di infarto è il fumo, che da solo incide per un 36% sulle probabilità della malattia; per quanto riguarda lo sport, bicicletta e corsa riducono le probabilità del 3%.
Altra abitudine dannosa è senza dubbio l’uso di bevande alcoliche, che da sole incidono per un 11% sulla probabilità di essere colpiti da infarto (in misura maggiore di due drink al giorno); così come il peso, visto che chi non supera un girovita di 94 centimetri riduce del 12% la possibilità di infarto.
Infine, una dieta ricca di legumi vegetali e pesce è assolutamente consigliata, visto che hai un’influenza del 18% sulla probabilità di rimanere infartuati.

 

Evitare l’infarto: davvero così semplice?

Tutte le indicazioni di cui sopra che ci riporta Tgcom 24 sono senza dubbio assolutamente attendibili, visto che provengono da uno studio ad hoc, pubblicato su un’autorevole rivista scientifica; il problema però rimane: è davvero così semplice, in una società come quella di oggi, riuscire a condurre un simile stile di vita? Forse, ma forse no, visto che l’ambiente esterno di certo non ci aiuta.
Non tanto per i vizi quali il fumo o l’alcool, abitudini che senza dubbio si prendono per propria volontà, ma piuttosto per abitudini alimentari, o attività sportive; il lavoro, la vita frenetica e lo stress ci portano da un lato a fare spesso pasti fugaci, ben lontani da quelli consigliati, magari in qualche Fast Food, e dall’altro a non trovare materialmente il tempo (o la voglia) di fare attività fisica. E’ chiaro che chi condude una vita più tranquilla, con meno problemi e pensieri è senza dubbio avvantaggiato.
Ad ogni modo, le indicazioni di Tgcom 24 sono un ottimo punto di partenza: il nostro destino non è segnato, siamo noi che lo decidiamo!

 

Potrebbe interssarti anche:

I 15 sintomi di tumore che l’uomo ignora (e non dovrebbe!) LEGGI QUI

Cancro ai polmoni: ecco come si individua! LEGGI QUI

Per rimanere sempre aggiornato con i miei articoli di salute e benessere e altro, chiedimi l’amicizia su Facebook CLICCANDO QUI

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!