‘Incomprensibile addio…’: Gerry Scotti e l’annuncio a poche ore da Chi vuol essere milionario?

Gerry Scotti
Gerry Scotti e il medico in studio a Chi vuol essere milionario

Gerry Scotti e l’ultima puntata di Chi vuol essere milionario?

Da quattro settimane su Canale 5 sta andando in onda il terzo ciclo di Chi vuol essere milionario?, il popolare quiz show che festeggia i suoi primi vent’anni. A differenza dei mesi precedenti, quello di marzo non è stato tanto fortunato per il conduttore pavese.

Il motivo? Purtroppo il suo programma ha perso a tutti i confronti diretti con la concorrenza, addirittura è stato pure doppiato. Ovviamente ci stiamo riferendo a Che Dio ci aiuti 5, la fiction di Rai Uno con Elena Sofia Ricci e Valeria Fabrizi. Ma qualche ora fa Gerry Scotti ha rilasciato un’intervista ad un noto quotidiano nazionale sportivo. Andiamo a vedere cosa ha dichiarato.

Gerry Scotti e l’intervista alla Gazzetta dello Sport

Come accennato prima, il famoso e popolare conduttore Gerry Scotti ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport. Come grande tifoso del Milan, il pavese ha parlato anche del Napoli, sottolineando come lui non abbia compreso la cessione di Hamsik da parte degli azzurri:

“Per il Milan mi aspetto il recupero del miglior Conti, dell’oggetto misterioso Caldara, e di pensare alla prossima stagione con la mentalità di essere protagonisti, non outsider. Basta con la Juve che fa il campionato a sé e poi c’è quello degli altri. Per esempio non ho capito il Napoli quando ha lasciato andare via Hamsik, è stato come un atto di resa”.

Le cifre più alte vinte quest’anno a Chi vuol essere milionario?

Il montepremi più alto vinto in questo terzo ciclo di Chi vuol essere milionario? è stato di ben 150 mila euro. Infatti, dopo Alessio Ciani che è riuscito a vincere la fatidica cifra nella puntata in onda i 28 febbraio 2019, anche nella scorso appuntamento, Gerry Scotti ha firmato un assegno dello stesso importo. La scorsa puntata è iniziata con la psichiatra Rita Santacroce che ha portato a casa 30 mila euro.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!