‘Non mi piacciono quelli con la puzza sotto il naso’: Barbara D’Urso perde le staffe, ecco cosa successo

A Tv Talk critiche per il pubblico che segue Live Non è la D’Urso

Sabato pomeriggio su Rai Tre è andata in onda una nuova puntata di Tv Talk dove si è parlato molto di Live Non è la D’Urso, il nuovo show di Lady Cologno trasmesso ogni mercoledì sera su Canale 5.

Qualche esperto di televisione ha definito il pubblico che segue questa trasmissione come prevalentemente femminile, popolare e poco attrezzato culturalmente.

Barbara D’Urso furiosa contro chi ha la puzza sotto il naso e giudica i suoi programmi

“Com’è andato il programma della D’Urso? La nuova D’Urso è stata seguita da 2.800.000 telespettatori con uno share del 17,1%. Pubblico sicuramente molto femminile, molto popolare e prevalentemente poco attrezzato culturalmente”,

ha chiesto Massimo Bernardini all’esperta di Auditel che poi ha risposto quanto scritto sopra. Naturalmente le dichiarazioni fatte sulla terza rete della tv pubblica hanno fatto storcere il naso a molti utenti di Twitter che hanno espresso la loro disapprovazione. A quel punto è intervenuta anche la diretta interessata, ovvero Barbara D’Urso. Utilizzando il suo account social, quest’ultima ha ironizzato così:

“Scusate… ma a me sono quelli con la puzza sotto il naso che non piacciono“.

(Continua dopo il post)

Barbara D’Urso nel bene e nel male ha un suo seguito

Anche se viene quotidianamente criticata sui vari social, Barbara D’Urso ha un suo pubblico che la segue sia con Pomeriggio Cinque, Domenica Live e da mercoledì scorso anche con Live Non è la D’Urso.

C’è a chi può piacere e a chi no, non per questo esiste un telecomando con cui poter fare zapping, quindi è di cattivo gusto offendere il pubblico di Lady Cologno etichettandolo come poco intelligente. Proprio come ha specificato recentemente l’analista Andrea Pizzoferrato, la conduttrice partenopea è seguita dalle cosiddette sciure, dagli amanti del trash, dal pubblico social e da una cospicua parte del mondo LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender).

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!