Bignè di funghi

Bignè di funghi
Il piatto del giorno: bignè di funghi

La ricetta di quest’ultima domenica di settembre è quella dei bignè ai funghi, un antipasto sfiziosissimo, che farà leccare i baffi a tutti i vostri commensali. Come si potrà vedere alla fine del post, è un piatto che si presta a diverse varianti, quindi largo alla fantasia e vediamo subito come si realizza questa pietanza!

 

Ingredienti per 4 persone:

250 g di farina

120 g di burro

3 uova

1/2 litro di acqua

2-3 cucchiai di latte

400 g di funghi freschi (oppure 100 g di funghi secchi)

50 g di parmigiano grattugiato

olio, sale e pepe quanto basta

 

Preparazione:

In una casseruola scaldare l’acqua, unirvi il latte, metà dose di burro e un po’di sale e pepe. Quando bolle, versarvi in una sola volta la farina e mescolare senza interrompersi fino a quando l’impasto non si staccherà dai bordi. Far raffreddare e unire le uova, uno alla volta, continuando a mescolare.

Mondare e affettare i funghi (o farli ammorbidire in acqua se si usano quelli secchi), poi passarli nel restante burro per qualche minuto, quindi tritarli e unirli all’impasto insieme al parmigiano grattugiato e amalgamare bene.

Aiutandosi con due cucchiai, formare delle palline grosse come noci e versarle in abbondante olio caldo. In breve tempo si gonfieranno e si doreranno. Non appena saranno pronte, asciugarle e servirle caldissime.

Alcune varianti: questi bignè sono ottimi anche usando altre verdure, per esempio carciofi lessati e tagliati a dadini. Un’altra alternativa ai funghi, poi, può essere rappresentata dall’uso di 2-3 fette spesse di prosciutto. In questo caso, basterà tagliarle il prosciutto a striscioline e incorporarlo in sostituzione dei funghi.

 

Nell’augurarvi buona domenica, vi do appuntamento a domani con la prossima ricetta e vi ricordo che, se volete restare sempre aggiornati con i miei articoli di attualità, spettacolo e cucina, potete chiedermi l’amicizia cliccando qui e se siete alla ricerca di idee gustose per i vostri amici intolleranti al glutine, potete seguirmi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!