Due calciatori della Roma vengono alle mani, ecco di chi si tratta

Esultanza dopo il Gol su rigore di Gregoire Defrel Roma. Goal celebration. Roma 11-02-2018 Stadio Olimpico Campionato Serie A, AS Roma - Benevento Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto

Un faraone nervoso

Purtroppo è vero, due calciatori della Roma vengono alle mani. Cerchiamo di ricostruire l’episodio incriminato. Grande tensione a Roma dopo la sconfitta di sabato contro la Spal.

L’arrivo di Claudio Ranieri sulla panchina giallorossa non è servito a rasserenare uno spogliatoio in ebollizione. Anzi, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, proprio a Ferrara la situazione è totalmente degenerata.

Durante l’intervallo della partita contro la Spal è successo di tutto. Prima Dzeko è stato ammonito dall’arbitro per aver spintonato un dirigente della squadra avversaria, poi negli spogliatoi è stato protagonista di un clamoroso scontro con El Shaarawy.

Racconta il Corriere dello Sport che Dzeko rientrando avrebbe preso a calci diversi oggetti e si sarebbe scagliato a muso duro proprio contro El Shaarawy, per un pallone non passato. Speriamo che possa tornare la calma negli spogliatoi al fine di raggiungere la Champions League.

L’ira funesta

Due calciatori della Roma vengono alle mani. Scopriamo insieme di chi si tratta. L’episodio potrebbe condizionare il futuro dei due giocatori: El Shaarawy in scadenza potrebbe decidere di non rinnovare. Partenza certa invece per Edin Dzeko, che dopo una stagione da incubo vuole andarsene e guarda con interesse un possibile trasferimento all’Inter, che a giugno potrebbe muoversi per sostituire Icardi. Dopo la partita Ranieri si era sfogato negli spogliatoi:

“Non siete una squadra. Forse non lo avete capito, non avete più alibi! Io sto qui solo tre mesi, ma se andiamo avanti così, non sarò l’unico ad andare via.”

Gare in Cina

Si parla molto dei due calciatori della Roma vengono alle mani. Ma ultimamente si parla molto anche di probabili gare ufficiali da disputare in Cina entro i prossimi tre anni, il progetto Var da avviare a beneficio degli arbitri locali e la diffusione delle partite di campionato italiano nello sterminato mercato cinematografico del paese dell’Estremo Oriente.