Fabrizio Frizzi, un anno dalla tragica scomparsa: la Rai omaggia il conduttore

Fabrizio Frizzi, un anno dalla morte: la messa in diretta tv, ecco dove
Fabrizio Frizzi, un anno dalla morte: la messa in diretta tv, ecco dove

Fabrizio Frizzi è venuto a mancare un anno fa. Per tale ragione, la Rai ha deciso di omaggiarlo.

Il 26 Marzo 2018, Fabrizio Frizzi ha lasciato tutti con un nodo alla gola. La sua tragica e prematura scomparsa ha causato un forte dolore a Carlotta Mantovan e alla piccola Stella. Fabrizio è stato uno dei più grandi conduttori della tv italiana e per tale ragione la Rai ha deciso di omaggiarlo in un modo molto particolare.

La Rai ricorda Fabrizio Frizzi

La tragica morte di Fabrizio Frizzi ha sconvolto lo scorso 26 Marzo 2018 tutto il mondo dello spettacolo e non solo. Il sessantenne, purtroppo a causa di un’ischemia è venuto a mancare improvvisamente. Nei mesi precedenti alla sua morte, il conduttore de L’eredità si era accorto di avere alcuni problemi di salute che lo costrinsero ad abbandonare momentaneamente il suo posto.

A distanza di un anno, sia la Rai (rete per cui lavorava) che i suoi amici hanno deciso di “ricordarlo” celebrando nella chiesa del Cristo Re dal cappellano don Walter Insero (lo stesso che aveva celebrato i funerali di Frizzi – trasmessi in diretta su Rai1 ) una messa in sua memoria che andrà in onda direttamente su Rai 1 dalle ore 12.00 in poi.

Fabrizio, arriva l’omaggio al conduttore

Fabrizio Frizzi nel corso della sua carriera ha condotto più di 70 programmi. Il Marito di Carlotta Mantovan, come molti hanno raccontato, non è stato capito e sopratutto durante la sua carriera non è riuscito ad ottenere la giusta ‘ricompensa’. Il 26 Marzo, Uno Mattina ricorderà il presentatore con filmati e ospiti in studio.

A quanto pare, anche il programma di Caterina Balivo “Vieni da Me” omaggerà Frizzi con il coinvolgimento di due concorrenti dell’Eredità (Andrea Saccone e Paolo Storchi).  Anche il collega Flavio Insinna ricorderà il compianto ad inizio puntata, prima di entrare in studio, accanto ad una sua foto. Lo stesso accadrà a “I Fatti Vostri” e “Detto Fatto”