Juve-Atalanta: “Con la maglia di Tevez non entri”

maglia tevez juve-atalanta
Un tifoso juventino non è potuto entrare allo stadio di Bergamo con la maglia della sua squadra

Il match Juve-Atalanta ha visto nuovamente trionfare la Juve di Allegri che ha iniziato alla grande la nuova stagione, ma non tutti hanno potuto godersi a pieno l’ennesima vittoria dei bianconeri.

Infatti, allo stadio atleti azzurri di Bergamo, durante l’entrata dei tifosi allo stadio, dei poliziotti hanno fermato un bambino accompagnato dal padre perché indossava la maglia di Carlos Tevez.

I due, accompagnati da altri amici, avevano acquistato i biglietti per vedere la partita dalla tribuna, ma, ai tornelli all’ingresso del settore, gli Steward hanno bloccato il bambino di soli sei anni obbligandolo a indossare una felpa per coprire la maglia del suo beniamino. Il piccolo ha eseguito l’ordine dei poliziotti ha così assistito alla partita della sua squadra del cuore che ha trionfato per 3.0 e che ha visto lo stesso Tevez segnare una doppietta.

Proprio i festeggiamenti per questi due gol dell’Apache sono state le uniche due occasioni in cui il bambino ha sfoggiato la sua maglia bianconera. Nonostante la vittoria, il padre del bambino è uscito molto amareggiato e deluso dallo stadio, decidendo di denunciare l’accaduto. Un amico del padre del bambino ha raccontato l’accaduto a “L’Eco di Bergamo”:

Ci hanno detto chiaramento che con la maglia di Tevez non sarebbe potuto entrare, bisognava coprirlo. E pensare che pochi minuti prima eravamo passati di fronte alla Curva Nord e ci siamo detti, scherzando: chissà cosa ci faranno. Infatti fuori dalla curva c’erano vari atalantini, che ci hanno fatto delle battute, ma tutte assolutamente scherzose. Tra l’altro nel nostro gruppo c’erano anche due atalantini. Il bimbo ha dovuto tenere la felpa sopra la maglietta, solo in occasione dei gol della Juve l’ha esibita, ma timidamente. Credo sia difficile immaginare un nostro ritorno allo stadio”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!