Windows 9? No, Windows 10!

Windows 10
Windows 10: presentato a San Francisco il nuovo sistema operativo che segna un ritorno al passato

Windows 10: presentato a San Francisco il nuovo sistema operativo

Microsoft ha annunciato che il nome del suo prossimo sistema operativo non sarà “Windows 9“, bensì “Windows 10“!

La sorprendente scelta provoca un salto in avanti rispetto all’ultima versione dell’OS, Windows 8.

Il software funzionerà su una vasta gamma di dispositivi, dagli smartphone, ai tablet, dai PC alle console Xbox, e le applicazioni saranno reperibili in un unico store.

Questa nuova versione vedrà anche il ritorno del Menu Start, che era stato rimosso da Windows 8.

Windows 10: tra innovazioni e ritorno al passato

Oltre ad offrire un elenco delle applicazioni preferite dell’utente, il menu comprenderà anche riquadri ridimensionabili, simili a quelli presenti nell’interfaccia touch-centric di Windows 8, che forniscono una rapida visione delle notifiche provenienti dalle applicazioni importanti, quali i nuovi messaggi di posta elettronica, messaggi di Facebook e aggiornamenti delle previsioni del tempo.

La compagnia ha dichiarato di aver avuto l’intento di rendere familiare il nuovo applicativo sia agli utenti di Windows 8, che a quelli di Windows 7.

Il comportamento del sistema operativo dipenderà dal tipo di dispositivo sul quale verrà utilizzato. A differenza del suo predecessore, gli utenti non avranno bisogno di alternare tra la modalità desktop e quella touch-focused.

Windows 10: contro il fallimento di Windows 8?

Windows 8 era stato criticato a causa delle troppe differenze rispetto alla versione, il che aveva dissuaso diverse organizzazioni dall’introdurre il sistema.

Inizialmente mancava del tutto un pulsante Start e, una volta introdotto, esso permetteva solo di scegliere tra l’ottenimento dell’interfaccia touch-centric o, effettuando una pressione prolungata del mouse, dell’apertura dei controlli di sistema.

Le aziende in genere attendono circa un anno, dopo il rilascio di un nuovo sistema operativo, prima di offrirlo ai propri lavoratori, per dare al personale la possibilità di aggiornarsi con le nuove tecnologie coinvolte.

Nel caso di Windows 8, però, a quasi 2 anni dalla sua introduzione, l’adozione risulta ancora piuttosto bassa.

E ‘estremamente importante per Microsoft fare centro con Windows 10. Windows 8 al momento viene utilizzato da un’organizzazione su 5, mentre Windows 7 è ancora lo standard de facto per le imprese.

ha dichiarato il manager David Johnson; dato che, peraltro, è stato confermato dalla società di ricerche NetMarketShare, secondo la quale solo il 13,4% dei pc è attualmente gestito tramite Windows 8 oppure 8.1 mentre, al contrario, il 51,2% utilizza Windows 7 e il 23,9% Windows XP, versione non più supportata da Microsoft.

Windows 10: reintrodurre il Menu Start come possibile chiave del successo

Johnson auspica che la reintroduzione del Menu Start possa aiutare Windows 10 ad avere un maggiore successo, riducendo la ritrosia degli utenti business alla sua installazione. Sarà davvero così? Staremo a vedere!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!