Mela verde: alleato contro l’obesità

Una mela al giorno – rigorosamente Granny Smith- toglie l’obesità di torno! 

Lo conferma uno studio Americano, condotto dalla Washington State University, a concludere che le mele verdi della qualità Granny Smith sarebbero un ottimo alleato contro i disturbi legati all’obesità, grazie alla presenza al suo interno di composti non digeribili.

Secondo lo studio, infatti, questa varietà di mele contribuirebbe in maniera positiva al proliferare di batteri amici all’interno del colon, grazie alla presenza dei composti non digeribili di cui sopra, ovvero fibre e polifenoli, e basso contenuto di carboidrati. Nonostante siano sottoposti a masticazione, acidi gastrici ed enzimi digestivi, queste sostanze raggiungono il colon intatte, qui fermentano e favoriscono lo sviluppo di batteri buoni.

Lo studio ha confrontato la mela Granny con numerose altre varietà ma è stata proprio la mela verde a “vincere” sulle altre in merito a quantità di fibre contenute: un’ ottima notizia per chi combatte contro i disturbi dell’obesità, tra cui l’infiammazione cronica del colon. che si verifica in persone in eccessivo sovrappeso proprio perché la la comunità batterica nel colon delle persone obese è alterata e il consumo di questa varietà di frutto potrebbe aiutare a ristabilirne l’equilibrio. Come spiega la ricercatrice italiana Giuliana Noratto, infatti:

” Ciò che determina l’equilibrio dei batteri nel nostro colon è il cibo che consumiamo e ristabilire un sano equilibrio dei microrganismi stabilizza i processi metabolici che influenzano l’infiammazione e la sensazione di sazietà“.

La ricerca non solo ha portato alla luce interessanti informazioni riguardo la mela ma verrà anche utilizzata come campagna di sensibilizzazione verso quelle persone con problemi legati all’obesità: “I risultati di questa ricerca – spiega la Noratto- aiuteranno i consumatori a scegliere meglio le mele che possono aiutare nella lotta contro l’obesità”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!