Cancro al seno: sconfitto nel 90% dei casi con la..

cancro al seno
Cancro al seno: la campagna della LILT per la prevenzione

Anche per quanto riguarda il cancro al seno, la parola d’ordine è sempre la stessa: prevenzione; non siamo i soli a dirlo, ma è soprattutto la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) ad insistere su questo punto, facendo notare come delle periodiche visite e controlli mammari possono decisamente salvare la vita: si parla infatti di un aumento delle probabilità di successo pari al 90%; una cifra più che consistente, che può essere raggiunta semplicemente non ignorando il problema ma anzi, entrando in un’ottica di prevenzione e puntualità: il cancro al seno non è invincibile, basta soltanto premunirsi.

 

Cancro al seno: la Lilt lancia la campagna “nastro rosa”

Tgcom 24 ci racconta come la campagna lanciata dall’organizzazione abbia l’obiettivo di sensibilizzare in maniera determinante l’universo femminile, riguardo una patologia che spesso viene sottovalutata proprio da chi invece dovrebbe temerla: molte donne infatti, pensando che ormai la scienza abbia quasi del tutto azzerato il rischio di mortalità del cancro al seno, tende a rimandare e rimandare ancora le visite di controllo, un po’ per mancanza di voglia e un po’ per pudore nei confronti del medico.
Se consideriamo poi che negli ultimi anni il cancro al seno si manifesta nei soggetti malati prima dei 50 anni almeno nel 30% dei casi, capiamo bene come sia importantissimo fin dalla giovane età capire che i controlli sono fondamentali e quindi agire di conseguenza.
Francesco Schittuli, presidente della Lilt, ha dichiarato:

“Le nuove tecnologie diagnostiche di imaging, insieme alla risonanza magnetica mammaria consentono oggi di poter individuare lesioni millimetriche in fase iniziale scoprendo un carcinoma al di sotto del centimetro la probabilità di guarire sale a oltre il 90%”.

 

Cancro al seno: la Lilt mette a disposizione 400 punti prevenzione

In occasione dell’iniziativa nastro rosa, e per cercare di indirizzare il popolo femminile verso quelle che sono le abitudini necessarie per una sana prevenzione, la Lilt metterà a disposizione oltre 400 punti appositi dislocati nelle proprie sezioni provinciali, in cui sarà possibile effettuare dei controlli e delle visite senologiche; inoltre, a sostegno dell’iniziativa, il Colosseo e altri monumenti importanti verranno illuminati di rosa e nel quadrilatero della moda milanese si terrà una giornata dello shopping a tema il 4 Ottobre.

La speranza è che con questi piccoli interventi e campagne di sensibilizzazione promosse dalla Lilt, si possa raggiungere la situazione in cui ogni donna, nella piena coscienza di se stessa, del proprio corpo e dei possibili rischi connessi ad esso, possa riuscire a vincere l’eventuale cancro al seno, proprio in virtù di quei piccoli ma fondamentali accorgimenti.

 

Potrebbe interessarti anche:

cancro in gravidanza: l’aborto non è l’unica soluzione! LEGGI QUI!

tumore: i quindici sintomi che un uomo ignora e non dovrebbe! LEGGI QUI

tumore: i dieci sintomi che una donna ignora e non dovrebbe! LEGGI QUI

Per rimanere sempre aggiornato con i miei articoli di salute e benessere, spettacolo e tanto altro aggiungimi su Facebook, CLICCA QUI e chiedimi l’amicizia.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!