Concorso scuola secondaria 2019: per Bussetti è quasi tutto pronto

Concorso scuola secondaria 2019: per Bussetti è quasi tutto pronto
Concorso scuola secondaria 2019: per Bussetti è quasi tutto pronto

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha recentemente comunicato le ultime novità riguardanti il concorso scuola secondaria di I e II grado. Il ministro lo ha fatto nel corso di un convegno all’Aquila. Ricordiamo come al concorso siano obbligati a partecipare anche gli insegnanti precari con più di tre anni di servizio.

Lo stesso Bussetti sembra essere infatti poco favorevole a indire concorsi straordinari o ulteriori alternative per l’entrata in ruolo. Per conoscere le ultime novità sul concorso scuola secondaria 2019, continuate a leggere dopo questa introduzione.

Concorso secondaria 2019: serve l’autorizzazione del MEF

Durante il suo discorso nel capoluogo abruzzese, Marco Bussetti ha parlato dei concorsi futuri riguardanti gli insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria. Al riguardo, il ministro ha confermato che è quasi tutto pronto. Circa il bando di concorso scuola secondaria, Bussetti ha confermato:

‘Abbiamo già fatto un monitoraggio e siamo pronti anche per la secondaria’

Ma cosa manca allora per bandire ufficialmente il concorso scuola secondaria? E’ lo stesso Bussetti a precisarlo:

‘Datemi il tempo per avere tutte le autorizzazioni del Mef per poter procedere’

Volontà di stabilizzazione

Il concorso di scuola secondaria 2019 ha lo scopo di stabilizzare i neolaureati e gli insegnanti precari di terza fascia, inclusi coloro con più di 36 mesi di servizio. Lo stesso ministro Bussetti ha la ferma volontà di rispettare i tempi già determinati nel corso di un videoforum su Repubblica risalente alla scorsa settimana.

Si ipotizza che il concorso di scuola secondaria vedrà la sua ufficializzazione entro la stagione estiva (luglio forse), facendo in modo che le prove inizino in autunno e che le prime immissioni in ruolo partano regolarmente nel 2020.

Requisiti per accedere al concorso

Per accedere alle classi di concorso disponibili per il concorso, si dovranno avere i seguenti requisiti di accesso:

  • Abilitazione specifica sulla classe di concorso
  • In alternativa, una laurea (magistrale, ciclo unico, diploma di altra formazione artistica, musicale e coreutica idonee con le classi di concorso previste dal concorso) + 24 CFU riguardanti le materie di studio di natura antropologica, fisica e pedagogica e le metodologie e tecnologie didattiche.

Precisiamo inoltre che i precari con tre annualità di servizio (anche non continuative) hanno il diritto di partecipare al concorso in questione senza necessitare dei precitati 24 CFU, per una delle cdc per cui hanno almeno un anno di servizio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!