Zachary Levi, protagonista di “Shazam” dichiara: “Ho pensato al suicidio”

Zachary Levi

Zachary Levi che appare in questi giorni in tutte le sale cinematografiche con la pellicola del nuovo film DC Comics “Shazam!” vestendo i panni del super eroe protagonista ha rilasciato importanti dichiarazioni circa la sua vita privata.

Racconta di essere reduce da un periodo molto brutto e complicato della sua vita che l’ha costretto con le spalle al muro e lo ha fatto pensare in più occasioni al suicidio, ha sofferto tantissimo ma adesso sembra essere riuscito a venirne a capo.

La depressione miete vittime nel mondo dello spettacolo

L’attore è americano ed ha 38 anni, è il protagonista della serie tv “Chuck” e durante il 2018 ha iniziato a soffrire di attacchi di panico e depressione con tendenze suicide. In quel periodo della sua vita non aveva più voglia di vivere, di affrontare le giornate con tutte le loro problematiche, aveva solamente voglia di farla finita.

E’ stato proprio lui a citare i casi colpiti dal disturbo proprio in questo periodo, si tratta per esempio di Justin Bieber, Ariana Grande, Britney Spears e secondo lui è un disturbo generazionale dal quale non è assolutamente facile uscire.

Ma da cosa è stata causata la depressione? Non lo sappiamo e non lo sa nemmeno lui, la sua vita privata va abbastanza bene così come anche quella lavorativa. Il ruolo che ha interpretato nell’ultima pellicola gli ha permesso di diventare uno degli attori più conosciuti, ha superato le aspettative. Il film ha raddoppiato il budget di produzione già nel weekend di apertura con un esordio da 158,6 milioni di dollari ed è destinato ad andare sempre meglio.

Il grande esordio del film “Shazam”

La commedia racconta la storia di un quindicenne che scopre di poter diventare supereroe ogni volta che pronuncia la parola “Shazam”, da lì una serie di imprese e sorprese lo attendono. In Italia Shazam ha ottenuto un bel secondo posto con un incasso da 1.6 milioni di euro, come inizio non c’è male soprattutto pensando alla scarsa popolarità che il supereroe ha nel nostro paese.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!