Luigi Mastroianni replica alle accuse di sfruttamento del fratello

luigi mastroianni

Luigi Mastroianni è stato più volte accusato durante il percorso a Uomini e Donne così come al di fuori tramite qualunque social di usare l’immagine del fratello ed il rapporto con lui, per farsi pubblicità, per intenerire il pubblico, per attirare più possibile l’attenzione dei follower.

I social sono pieni di gente odiosa e rancorosa e quindi c’è da aspettarsi che molti che si nascondono dietro profili falsi si divertono a parlare a sproposito, permettendosi di sparare sentenze e giudizi anche cattivi nei confronti di gente che nemmeno conoscono se non attraverso la tv.

Luigi sbotta: “Dovete andare a ca…sa”

Fino a questo momento Luigi ha scelto di non intervenire nella questione, non perché chi tace acconsente ma per questione di superiorità rispetto a gente come questa che non merita la parola. Adesso però gli haters hanno esagerato e avendo toccato il fondo, il ragazzo non poteva fare diversamente se non rispondere per le rime. Come arrivare ai diretti interessati se non attraverso le storie di Instagram?

E lo ha fatto proprio mentre era tra le braccia di Salvo, ha definito queste persone “deficienti” e li ha invitati ad andare a casa, a pensare alla propria vita e a togliere il like, o il segui dalla sua pagina Instagram se davvero arrivano a pensare una cosa del genere che lui reputa parecchio brutta e grave.

L’affetto che lega due fratelli inseparabili

Aggiunge che il fratello non è mai stato usato, che fa parte del suo quotidiano da sempre e che qualora non dovesse piacere qualche contenuto da lui condiviso si può benissimo scegliere di guardare altro perché non si è costretti a guardare ciò che lui fa nella sua vita.

I due sono molto legati, il tronista lo nominava spesso anche durante il percorso con Sara Affi Fella, lo ha voluto in tutti i momenti più importanti a Mediaset per esempio il giorno della scelta e proprio il momento che ha condiviso con lui ha commosso il pubblico da casa, si stenta a credere che la verità sia quella avanzata dagli haters.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!