Dieta Pasqua: come arrivare in forma sia prima che dopo questa festività

Dieta Pasqua

 

Dopo aver raggiunto dei risultati con la dieta dimagrante ovviamente vogliamo mantenerli. Per quanto le festività, sia quelle natalizie che quelle pasquali, possano offrirci qualche tentazione di troppo, possiamo affrontarle senza vanificare quanto abbiamo ottenuto con la dieta. Pertanto a Pasqua e a Pasquetta potremo concederci qualche eccezione senza però mai eccedere.

Una delle pietenze tipiche di questa festività pasquali è l’agnello. Ogni regione ha le sue ricette. Intanto sarebbe meglio evitare di comprare la carne di agnellone, in quanto si tratta di una varietà presente sul mercato più grassa rispetto all’agnello da latte, che invece è più magro. Come parte di carne da scegliere è da preferire quella meno grassa, ovvero il cosciotto.

Viene utilizzato per prepare l’abbacchio, una tipica ricetta romana. Possiamo prepararlo o all’arrosto o alla griglia con degli aromi, evitando invece di aggiungere condimenti a base di grassi, quali il burro o la margarina. Al posto di questi ultimi possono essere usati le erbe e le spezie: in particolare suggeriamo timo, menta, finocchietto e prezzemolo.

Uova di Pasqua

Per quanto riguarda invece le uova di Pasqua è preferibile scegliere quelle al cioccolato fondente in quanto risultano meno calorico rispetto a quello al latte. Più è fondente e meno contiene zucchero. L’ideale sarebbe scegliere un prodotto artigianale per avere la sicurezza che non vi siano aggiunte di conservanti. In ogni caso 30-40 grammi di cioccolato se non vi sono patologie, ad esempio il diabete, potremo concederceli senza problemi.

Colomba

La colomba, altro dolce che accompagna queste festività, è un prodotto da forno di produzione industriale per cui contiene additivi e grassi saturi che invece sarebbe meglio evitare per non andare incontro all’innalzamento della glicemia.

Sarebbe preferibile rinunciare alle varianti a base di crema perché ovviamente risultano più caloriche. Sì quindi alla colomba tradizionale semplice che in media contiene 400 calorie per ogni 100 grammi rispetto alle 450 di quelle che vengono farcite con cioccolato e crema.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!