Laura Pausini sconvolta dopo il lutto in famiglia: ‘Alla mia nipotina le hanno rubato…’

Laura Pausini

Lo sfogo di Laura Pausini

Giovedì 11 aprile 2019 Laura Pausini ha avuto un commovente sfogo nella trasmissione radiofonica I Lunatici di Rai Radio2. La cantante non era sola, al suo fianco il collega e caro amico Biagio Antonacci.

“Nel cimitero del mio paese sono seppelliti dei bambini tra i quali una mia nipotina che purtroppo è deceduta a 2 anni e mezzo. Rubano i fiori, rubano i giocattoli che gli mettiamo”,

ha denunciato l’artista di Solarolo. Poi quest’ultima ha rincarato la dose in questa maniera:

“Queste persone devono pagarla pesantemente, sono delle merde, non è possibile che vadano nei posti dove i defunti riposano e dove chi li piange lascia un oggetto, è una cosa vergognosa, vorrei che ci fossero delle telecamere che li beccano e li mettono in televisione”.

Laura Pausini la decisione di mollare tutto dopo la morte di un suo collaboratore

Laura Pausini si è riferita a diversi episodi accaduti nel cimitero della cittadina del Faentino, tra cui il furto di fiori e giocattoli lasciati sulla tomba della nipotina Francesca Zoli, morta nell’aprile del 2017 all’età di quasi tre anni a causa di una rara patologia.

Alcuni anni fa i parenti della bambina avevano già lamentato casi simili. Nel corso della lunga intervista a I Lunatici su Rai Radio 2, la Pausini ha fatto questa clamorosa confessione:

“Il momento più difficile è stato nel 2012. Purtroppo c’è stato un incidente sul palcoscenico a Reggio Calabria ed è scomparso un ragazzo, Matteo, che lavorava con noi. Per me è stato scioccante, avevo deciso che non avrei più voluto fare questo mestiere”.

Il terribile fatto è accaduto per un suo concerto in Calabria e da allora non ha messo più piede in quella regione:

“Mi mancano i calabresi, da quel giorno non sono più tornata, ma per me è stato molto scioccante vivere quella situazione”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!